Mediaset, clamoroso addio dopo 25 anni: se ne va un pezzo di storia

Un pezzo di storia della Mediaset se ne andrà via dopo 25 anni. Andiamo a vedere cos’è successo sulle reti del Biscione. 

Mediaset è pronta a dire addio ad un pezzo della sua storia. Infatti quest ultimo saluterà dopo 25 anni, con grande commozione da parte dei telespettatori: cosa sta succedendo sulle reti Fininvest.

Mediaset
Il logo della rete televisiva (via Screenshot)

Dopo 25 anni Mediaset ha deciso di chiudere un importante capitolo della sua storia. Stiamo parlando di Mediavideo ossia il proprio servizio di teletext, che da alcuni giorni non risulta più consultabile. Un vero e proprio voltare pagina per il Biscione, che ha deciso di privarsi di un servizio diventato oramai obsoleto. Infatti se una volta il televideo poteva essere utile per leggere le notizie, ad oggi con gli smartphone risulta inutile continuare a mantenere il servizio.

Questa tipologia di servizio, infatti, oramai è da considerarsi superata visto che ad oggi ci sono tantissimi modi per reperire informazioni e news. Inoltre la fine di Mediavideo non è sfuggita a molti attenti spettatori, che a partire dal 14 gennaio scorso hanno trovato la pagina di teletext di Mediaset priva di contenuti. Inoltre la funzione, a dirla tutta, non veniva aggiornata più costantemente e da tempo era in fase di dismissione.

Mediaset, addio a Mediavideo dopo 25 anni: i dettagli

Mediaset
Un ripetitore dell’emittente televisiva (via ANSA)

Dopo 25 anni di storia, quindi, Mediaset ha deciso di interrompere il servizio Mediavideo. Infatti il servizio di teletext nacque sulle emittenti del Biscione il 27 novembre 1997 al centro di emissione Toc di Segrate. Il suo arrivo fu rivoluzionario per l’azienda che già negli anni precedenti aveva elaborato degli sperimentali. Infatti il servizio nacque proprio per competere con il Televideo che da anni veniva offerto dalla Rai.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Le Iene 2022, indiscrezione stupefacente: torna a condurre il programma!

LEGGI ANCHE >>> Anticipazioni Il paradiso delle signore: Umberto scopre tutto, Sandro in imbarazzo

Il servizio poi è entrato a far parte in pianta stabile dei contenuti offerti dal Biscione e dalla sua televisione analogica. Infatti per anni è riuscita a tenere informati milioni di italiani con le sue notizie e i suoi aggiornamenti. La perdita di appeal, però, è iniziata con l’avvento della tv digitale, che ha portato canali di notizie 24 ore su 24 nelle case degli italiani, rendendo quindi inutile il servizio. Ad oggi quindi resta solamente il Televideo della Rai, e non è chiaro se il servizio pubblico manterrà il servizio dopo questa mossa del Biscione.