Da domani, Green pass obbligatorio per parrucchieri ed estetisti: cosa cambia

Un’ulteriore stretta è prevista per il primo febbraio, quando sarà necessario esibire la certificazione verde anche nei negozi, nelle banche e negli uffici postali.

Green pass base - Foto di Ansa Foto
Green pass base – Foto di Ansa Foto

Domani, 20 gennaio, scatta l’obbligo del Green pass base per andare dal parrucchiere, dal barbiere o nei centri estetici. Un’ulteriore stretta è prevista per il primo febbraio, quando sarà necessario esibire la certificazione verde anche nei negozi, nelle banche e negli uffici postali. Il Green pass base si ottiene con un tampone negativo molecolare (valido 72 ore) o antigenico (valido 48 ore). 

LEGGI ANCHE: Quirinale, Ricciardi (M5S): “Candidando Berlusconi il centrodestra ha dimostrato di essere ancorato al passato”

Tutte le regole

Il decreto del 7 gennaio prevede che tutti i lavoratori abbiano il Green pass base. Con il nuovo provvedimento la stessa disposizione riguarda anche i clienti di parrucchieri, barbieri e centri estetici. 

Cosa cambia a partire dal primo febbraio

A partire dal primo febbraio, il Green pass base sarà obbligatorio per accedere negli uffici pubblici, nei servizi postali, bancari e finanziari. Saranno esentati i cittadini che dovranno presentare una denuncia o partecipare a un processo in tribunale. Lo stesso obbligo scatta anche per i negozi. Nelle prossime ore il presidente del Consiglio Mario Draghi firmerà un nuovo Dpcm contenente l’elenco degli esercizi commerciali che saranno esentati dall’obbligo. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Associazione Scuole Aperte Campania a iNews24: “I dati diffusi dalla Regione tendono a fare terrorismo”

Le attività esentate nel nuovo Dpcm che Draghi sta per firmare

Green pass nei tabaccai - Foto di Ansa Foto
Green pass nei tabaccai – Foto di Ansa Foto

Secondo le prime indiscrezioni, i negozi esentati saranno i generi alimentari sia per quanto riguarda i negozi al dettaglio sia i supermercati, i surgelati, le pescherie, le bevande e i rappresentanti di ittica.

Non sarà obbligatorio il Green pass anche nei mercati rionali, farmacie e prodotti per la cura del corpo, ma sarà obbligatorio invece per accedere ai negozi di cosmetica.

Esentate anche parafarmacie e negozi che vendono prodotti igienico-sanitari come deodoranti, bagnoschiuma e shampoo, le edicole all’aperto.

Servirà invece per i negozi che vendono giornali al chiuso e per le cartolibrerie, oltre che per la cura degli animali. Il Green pass non servirà neppure per acquistare carburante sia per i veicoli che per la casa. Servirà invece per entrare nei tabaccai.