Unicredit e Intesa Sanpaolo, clienti allarmati: attenzione all’ultima truffa

Unicredit e Intesa Sanpaolo, clienti allarmati: attenzione all’ultima truffa. Sono in grado di svuotare il conto corrente con un semplice trucco

Sta capitando sempre più spesso di dover stare attenti a tentativi di phishing, l’ultima frontiera dei furti online. La più recente riguarda questi due colossi bancari.

Unicredit
Unicredit (AnsaFoto)

Non c’è mai riparo completo dai tentativi di truffa in rete. Ormai la maggior parte delle nostre transazioni finanziari avvengono attraverso l’uso di uno smartphone o di un computer. Con la rinuncia sempre più diffusa al cash, aumentano anche i rischi legati agli hacker. Nemmeno le grandi banche internazionali sono immuni, anzi spesso figurano nell’elenco delle piattaforme a rischio. Tra queste figura anche Unicredit, presa di mira da una nuova truffa criminale. Non è nuova la lamentela da parte di alcuni clienti di aver visto diminuire sistematicamente il proprio conto corrente con dei prelievi fittizi. Questo avviene tramite il phishing, attraverso l’invio di mail pirata. Andiamo a vedere nello specifico di cosa si tratta, considerando che può riguardare anche correntisti di Intesa Sanpaolo.

Unicredit e Intesa Sanpaolo, nuova truffa per i clienti: il messaggio incriminato

Intesa Sanpaolo
Intesa Sanpaolo (AnsaFoto)

Il messaggio che si riceve via mail recita testualmente:

Gentile Cliente,
Siamo spiacenti di informarvi che abbiamo deciso di sospendere le vostre operazioni sul nostro sito e sulla vostra carta poichè avete ignorato la precedente richiesta di conferma della vostra identità e di attivazione dei servizi DSP2 che è ormai la norma europea.
Per poter riutilizzare la sua carta si prega di confermare le informazioni rilasciate sul nostro sito al momento della sua registrazione.
La procedura può essere completata cliccando sul link sottostante, che la porterà sul nostro sito nella sezione dedicata alle verifiche. L’aggiornamento di un giorno obbligatorio.
Ti ringraziamo in anticipo per il tempo che ci dedicherai.
Per iniziare:
CLICCA QUI
Le ricordiamo che finché la verifica non viene effettuata, lei non sarà in grado di effettuare le seguenti operazioni:
Effettuare prelievi al bancomat o su POS.
Effettuare ricariche.
Effettuare pagamenti online o su POS.
Effettuare bonifici bancari”.

LEGGI ANCHE >>> Postepay, attenzione a questo messaggio: così vi svuotano il conto

LEGGI ANCHE >>> Instagram, rivoluzione epocale: cambiano per sempre le Storie

Ovviamente come sempre ricordato in questi casi, l’unico modo per sfuggire a qualsiasi tentativo di truffa è cancellare immediatamente la mail ricevuta e non cliccare mai su alcun link riportato. Le banche sottolineano che comunicazioni del genere non sono mai spedite tramite queste mail e quindi non bisogna credere a ciò che si riceve.