La Regina Elisabetta e quel messaggio sulla luna che nessuno conosce: il testo

Nessuno conosce il messaggio che la Regina Elisabetta inviò sulla luna a nome del popolo britannico.

Il 21 luglio 1969 è uno di quei giorni passati alla storia come il giorno in cui l’uomo camminò sulla luna.

Harry e Meghan, nuovo colpo inferto alla Regina Elisabetta
Regina Elisabetta (Foto Instagram – Theroyalfamily)

Quando Neil Armstrong uscì dalla navicella e lasciò la sua impronta sulla superficie lunare, tutto trasmesso in diretta televisiva, l’umanità aveva compiuto il passo più grande di sempre. Coraggio, ambizione tenacia solo alcune delle qualità possedute da Armstrong, Collins e Aldrin. Tre uomini che hanno sfidato il destino e la forza di gravità lasciando un messaggio chiaro a tutti: nulla è impossibile e se puoi immaginarlo, puoi farlo.

Erano le 4.56 del 21 luglio 1969. La Rai aveva organizzato una maratona televisiva e a seguire l’evento sono stati più di venti milioni di italiani. La trasmissione su Apollo 11 venne condotta da Tito Stagno collegato con Ruggero Orlando dal centro spaziale della Nasa di Houston.

La missione era iniziata il 16 luglio alle 9.32 – ora locale -, con il lancio dell’imponente razzo Saturno V dal Kennedy Space Center. Fu completata alle ore 20.17 (22.17 ora locale) e sei ore più tardi l’astronauta e comandante della missione, Neil Armstrong, poggiò il suo piede sulla superficie lunare, pronunciando la storica frase: “Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un gigantesco balzo per l’umanità”.

La Regina Elisabetta e quel messaggio inviato sulla luna che nessuno ricorda

Regina Elisabetta
La Regina Elisabetta II (Foto: Getty)

Nell’occasione del primo allunaggio del 21 luglio 1969, si riunirono 73 capi di Stato i quali furono esortati a scrivere un messaggio di pace che venne successivamente trasferito su un disco di silicio. Tale disco venne lasciato dall’equipaggio dell’Apollo 11 sulla superficie del satellite terrestre.

LEGGI ANCHE:

In pochi ricordano cosa scrisse l’allora 43enne regina Elisabetta. “A nome del popolo britannico saluto l’abilità e il coraggio che hanno portato l’uomo sulla Luna. Possa questo sforzo aumentare la conoscenza”. Questo l’auspicio di sua Maestà, un testo che resterà nella storia.