Stretta sui tirocini extracurriculari: cosa prevede la Legge di Bilancio

Nella legge di Bilancio sono indicate le nuove norme, che demandano Governo e Regioni ad emanare le linee guida entro sei mesi.

Fattura elettronica
Archivio

D’ora in poi ci saranno nome più severe per i tirocini extracurriculari. Saranno riservati ai “soggetti con difficoltà di inclusione sociale” e dovranno prevedere una “congrua attività di partecipazione” e una durata massima comprensiva di eventuali proroghe. Chi non paga l’indennità dovrà pagare una multa fino a 6mila euro. Tutti i tirocini effettuati al di fuori di un corso di studi dovranno essere tracciabili e monitorabili. 

LEGGI ANCHE: Nuovo decreto: cosa prevede e quando entrano in vigore tutte le regole

La regola è stata introdotta perché spesso questo tipo di prestazione è usata impropriamente dalle aziende per pagare poco i lavoratori, senza doverli assumere. Dai dati del ministero del Lavoro emerge che spesso contratti del genere non vengono usati solo per i giovani, ma anche per ultracinquantenni. 

Le norme indicate nella Legge di Bilancio

Nella legge di Bilancio sono indicate le nuove norme, che demandano Governo e Regioni ad emanare le linee guida entro sei mesi. È previsto anche un limite numerico per i tirocini attivabili in base alla dimensione dell’impresa. Al termine del periodo va rilasciata una certificazione delle competenze acquisite. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Rientro a scuola: tutte le nuove regole anti-contagio dall’asilo nido alle superiori

La legge prevede anche che l’attivazione di nuovi tirocini sia vincolata all’assunzione di una quota minima di tirocinanti. Se il datore di lavoro non paga è previsto anche che l’azienda dovrà riconoscere la “sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato”. Questo però deve essere deciso dal giudice del lavoro. 

La delimitazione della categoria è affidata al Governo e alle Regioni, con le linee guida che saranno emanate entro il trenta giugno.