Juventus, il sacrificio è inevitabile: via un campionissimo per una cifra monstre!

Juventus, il sacrificio è inevitabile: via un campionissimo per una cifra monstre e non sono escluse altre sorprese

Rivoluzione Juventus
Federico Chiesa e Manuel Locatelli con la Juventus (AnsaFoto)

Il pareggio contro il Napoli, ampiamente rimaneggiato, ha mostrato tutto il bene e il male della Juventus di quest’anno. Dal pinto di vista dell’intensità e della voglia di vincere, i ragazzi di Allegri hanno poco su cui recriminare, ma la qualità degli anni passati è diventata una chimera. Al di là dei singoli, è proprio la squadra ad essere assortita male, sia a centrocampo che in attacco. Manca un vero regista e un bomber in grado di buttare dentro anche i palloni sporchi. Delle pedine su cui puntare ci sono, come Chiesa (tornato al gol) e Locatelli. Intorno a questi, però, bisognerà aggiungere tanto sul mercato. A gennaio, per limiti di bilancio, si potrà fare poco, come confermato anche dal tecnico livornese. A giugno andrà in scena una vera e propria rivoluzione. Sul piede di partenza ci sono Rabiot, Rugani, Alex Sandro, Arthur, Ramsey, Kulusevski e Morata. Per lo spagnolo il discorso è particolare, visto che Allegri lo ha confermato per il momento, ma con ogni probabilità non sarà poi riscattato a giugno. Per gli altri si proverà ad imbastire trattative in uscita già entro il 31 gennaio.

LEGGI ANCHE >>> Affare lampo per la Juventus: Allegri abbraccia un big del Chelsea

LEGGI ANCHE >>> Serie A, cambia tutto a causa del Covid: la decisione definitiva

La Juventus corre ai ripari: a giugno tutto su Vlahovic

Vlahovic
Dusan Vlahovic con la maglia della Fiorentina (AnsaFoto)

Per aumentare il gruzzolo a disposizione per giugno, ‘La Vecchia Signora‘ rinuncerà anche ad un big. L’indiziato numero uno è sempre de Ligt, promesso al Barcellona per una cifra intorno ai 70 milioni di euro. Quei soldi verranno destinati alla rivoluzione che partirà a fine campionato. Cherubini e Nedved hanno già le idee chiare sui nomi da andare a prendere e proveranno a fare carte false per accaparrarsi subito Vlahovic. Il grande obiettivo per l’attacco resta lui, con Scamacca come alternativa. In mezzo al campo si punta a Zakaria a parametro zero e a Tchouameni del Monaco, perfetti anche in prospettiva. Almeno a livello di nome, il colpo più atteso resta però Paul Pogba, pronto al grande ritorno. Il francese si libererà a parametro zero dal Manchester United e ha intenzione di confrontarsi ancora una volta con la Serie A. In attesa che tutto questo accasa in estate, per l’immediato si cerca di strappare il sì del Psg per Mauro Icardi, in prestito con diritto di riscatto. La rincorsa ad un posto in Champions è appena cominciata.