Cosa faceva Alfonso Signorini prima di diventare un super conduttore? Che sorpresa

In pochi ricordano il lavoro che ha svolto Alfonso Signorini prima di diventare uno dei conduttori più conosciuti e amati dal pubblico italiano.

GF Vip 6, il presentatore Alfonso Signorini (foto Mediaset).
GF Vip 6, il presentatore Alfonso Signorini (foto Mediaset).

Alfonso Signorini è nato a Milano il 7 aprile 1964 nel quartiere periferico Affori. Qualche anno dopo la sua nascita, insieme alla sua famiglia si trasferisce nel comune limitrofo Cormano. Sin da piccolo aveva uno sguardo dolce e curioso. Il suo voler scavare in modo approfondito nelle questioni, in modo particolare sentimentali, è un qualcosa che si porterà dietro a vita.

Il giornalismo e la televisione sono due mondi che è riuscito a fare suoi come nessun’altro. L’esordio in TV arriva nel 2002 come ospite fisso della trasmissione, in onda in seconda serata su Rai 2, Chiambretti c’è. Nel 2005 affianca Alfonso affianca Paola Perego alla conduzione di Verissimo, programma al quale continuerà a prendere parte come co-conduttore anche l’anno successivo quando la padrona di casa diverrà Silvia Toffanin.

Dal 2020, invece, affiancato dagli opinionisti Wanda Nara e Pupo prima e Laura Freddi e Adriana Volpe dopo, conduce il GF Vip. In molti però si sono chiesti da sempre quale lavoro faceva Alfonso Signorini prima di diventare conduttore.

Cosa faceva Alfonso Signorini prima di diventare un super conduttore? Che sorpresa

GF Vip 6, Manuel Bortuzzo: nuovo colpo di scena
Il presentatore del prossimo GF Vip 6, Alfonso Signorini (foto Mediaset)

Dopo essersi diplomato al Liceo Classico Omero, nel quartiere milanese Bruzzano, il futuro conduttore del GF Vip frequenta la facoltà di Lettere classiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore.

LEGGI ANCHE:

Conseguita la laurea, il giovane Alfonso prosegue gli studi universitari ottenendo una laurea specialistica in Filologia medievale e umanistica. Così diventa insegnante di Italiano presso il Liceo Classico dell’Istituto Leone XIII, a Milano.