Cosa faceva Adriano Celentano prima di diventare un cantante? Nessuno lo sa

Quasi nessuno sa cosa faceva il ragazzo della via Gluck prima di diventare un’icona della musica italiana.

Adriano Celentano (foto Instagram)

Adriano Celentano nasce il 6 gennaio 1938 a Milano, nel quartiere di Greco in via Cristoforo Gluck 14. È in questa via che trascorre i primi anni della sua vita, esperienza indimenticabile che lo porta successivamente a scrivere e a cantare il brano, forse uno dei più amati dai suoi fan, Il Ragazzo della Via Gluck. Le sue origini non sono lombarde, bensì pugliesi. I genitori, Leontino Celentano e Giuditta Giuva, sono originari di Foggia e si sono trasferiti prima in Piemonte e poi in Lombardia in cerca di lavoro. Viene chiamato Adriano in ricordo della terza sorella, Adriana, morta di leucemia nel 1934 a 9 anni. Lascia presto la scuolascuola. Dopo aver completato solo le elementari incomincia a fare diversi mestieri.

Il mondo della musica lo travolge sin da ragazzo, quando da adolescente comincia a interessarsi alla musica ed in particolare al rock and roll. Come molti altri giovani italiani del periodo, il super molleggiato lo scopre nel 1955 con l’arrivo in Italia del film Il seme della violenza nella cui colonna sonora c’è una canzone intitolata Rock Around the Clock, cantata da uno dei cantanti più affermati di allora, Bill Haley. Fu il suo genere a spingere il giovane Celentano a decidere di voler diventare un cantante di rock’n’roll mettendo su una band con quattro suoi amici, i Rock Boys, composto dai tre fratelli Ratti. Da allora ebbe inizio la sua carriera da cantante, ma molti si sono chiesti cosa faceva il ragazzo della via Gluck prima di intraprendere il cammino nel mondo della musica.

Cosa faceva Adriano Celentano prima di diventare un cantante? Nessuno lo sa

Adriano Celentano
Adriano Celentano

Prima di intraprendere la carriera da cantante Adriano Celentano, dopo aver svolto svariati lavori, fece l’orologiaio in un negozio di via Correnti. La passione per gli orologi non lo lascerà mai, infatti tutt’oggi Celentano si occupa tuttora di orologi nel tempo libero.

LEGGI ANCHE:

La passione più grande per lui resterà però la musica, ereditata dalla sua famiglia. Infatti gli zii nelle sere d’estate erano soliti stazionare sui marciapiedi di via Gluck suonando il mandolino. Adriano sulla scia dei parenti a soli quindici anni comincia a suonare la chitarra.