Meteo, vigilia dell’Epifania con pioggia, neve e calo delle temperature

Tre novità meteo durante la vigilia dell’Epifania. Sull’Italia torneranno pioggia e neve, mentre verrà evidenziato un calo delle temperature.

Meteo Epifania
Cambiano nuovamente le condizioni meteorologiche (via Screenshot)

Nella calza della Befana molti italiani troveranno tanta neve. Infatti secondo le ultime proiezioni dell’evoluzione meteo della penisola, durante questa vigilia dell’Epifania avremo delle nuove irruzioni fredde di origine artica. Proprio l’arrivo del gelo artico porterà una situazione meteorologica burrascosa sulla penisola, riportandola in un contesto puramente invernale. Già durante questo mercoledì l’Italia dirà addio al gigante anticiclone africano.

Con l’addio della massa di aria calda, sulla penisola si faranno spazio correnti molto fredde di origine artica che provocheranno un netto calo delle temperature. Inoltre sul Paese avremo anche una nuova destabilizzazione dell’atmosfera. Così rovesci potrebbero colpire già nelle prossime ore Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Cala anche la quota per le nevicate che potrebbero imbiancare città come Vicenza, Padova, Venezia, Udine, Bologna e Cesena.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Quirinale, Verini (PD) a iNews24: “L’autocandidatura di Berlusconi è troppo divisiva”

Meteo, vigilia Epifania segnata da un peggioramento meteo: cosa sta succedendo

Meteo Epifania
Nuova giornata segnata dall’instabilità sulla penisola (via Pixabay)

Dopo giorni segnati dall’anticiclone africano avremo un nuovo peggioramento. Infatti il meteo italiano nelle prossime ore sarà segnato da piogge e precipitazioni. Non solo, infatti, avremo persino neve su diverse città del Nord, con i fiocchi che cadranno a quote collinari. Inoltre questo cambiamento porterà ad un brusco calo termico. Andiamo quindi a vedere la situazione sui tre settori principali.

Sulle regioni del Nord Italia avremo una perturbazione in transito, con piogge pronte a bagnare quasi l’intero settore. Inoltre nevi abbondanti cadranno sulle Alpi a partire dai 200-500 metri. Le temperature risulteranno in netto calo, con valori metrici che oscilleranno dagli 8 ai 13 gradi, più basse invece in pianura.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Scuola, l’allarme della preside a iNews24: “Personale quasi tutto positivo, il rientro in classe sarà una bomba”

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo un netto peggioramento sulla Toscana. Mentre invece le precipitazioni inizieranno a colpire diverse regioni come Umbria, Lazio, Marche e rilievi abruzzesi. Le temperature risulteranno stabili, con valori massimi che si stabilizzeranno tra i 13 e 16 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo nubi in aumento sulla Campania. Qui però non ci saranno fenomeni. Altrove la situazione sarà migliore salvo alcune nebbie che al mattino su Metapontino e Puglia ionica. Le temperature qui risulteranno in netto aumento, con massime che oscilleranno dai 16 ai 21 gradi.