Raffaella Carrà, ora non ci sono più dubbi: la decisione commuove gli italiani

Raffaella Carrà, ora non ci sono più dubbi: la decisione commuove gli italiani. L’amatissima presentatrice è ancora nel cuore di tutti

Raffaella Carrà
Raffaella Carrà (Foto: Facebook)

La sua memoria è ancora vivida nella mente di tutti gli italiani. La tristissima notizia della sua morte, lo scorso 5 luglio ha portato ad una straordinaria manifestazione d’affetto da parte di molte persone in giro per il mondo. La straordinaria carriera di Raffaella Carrà l’aveva portata ad essere famosa anche in Spagna e in Argentina, dove era considerata tra le presentatrici più conosciute di sempre. Con queste premesse era fin troppo scontato che venisse realizzato un documentario sulla sua vita. Sarà un prodotto dal respiro internazionale e ripercorrerà le tappe dell’ascesa professionale e umana dell’icona della cultura pop italiana. Sarà trasmessa in tutto il mondo e la casa di produzione Fremantle si è assicurata dagli eredi l’opzione in esclusiva sui diritti internazionali.

LEGGI ANCHE >>> Carlo Conti volta definitivamente pagina: in arrivo una super novità

LEGGI ANCHE >>> Signorini-Bruganelli, ricostruzione ‘incandescente’: è successo dietro le quinte!

Raffaella Carrà, ora non ci sono più dubbi: la sua vita diventa un documentario

Raffaella Carrà
Raffaella Carrà (Foto: Facebook)

Impossibile dimenticare le sue performance anche come ballerina e cantante, oltre alla straordinaria bellezza e sensualità. Dagli esordi nella sigla di ‘Canzonissima 69/70’, passando per il ballo del ‘Tuca Tuca’, datato 1971, fino ad arrivare al più recente ‘Carramba, che sorpresa‘. Tutte interpretazioni innovative e incredibili per l’epoca, che testimoniano ancor di più come sia stata sempre almeno un passo avanti a tutti. Per gli standard di quegli anni destò anche scalpore il suo modo provocatorio di vestirsi (ombelico scoperto) e ballare (ritenuto aggressivo).

Questo ha fatto di lei anche un vero e proprio simbolo di emancipazione femminile. Raffaela Carrà non ha mai smesso di promuovere la libertà sotto ogni suo aspetto, incoraggiando tutti a difendere le proprie scelte, anche se controverse. Per la comunità LGBTQ+ è divenuta un punto di riferimento, tanto da ricevere un premio al World Pride di Madrid nel 2017.

Nel documentario gli spettatori potranno ritrovare tutto questo percorso, con riferimenti anche alla sua vita personale. Per ora non è stato invece diffuso quali saranno le piattaforme che renderanno visibile l’opera. Non resta che attendere qualche giorno.