“E’ immorale”: chiesta la rimozione di un’amatissima serie Netflix

“E’ immorale”: chiesta la rimozione di un’amatissima serie Netflix. I contenuti trattati non sarebbero conformi ai valori dello Stato

Netflix
Netflix (Foto: Getty)

A volte i contenuti delle Serie Tv e dei film diffusi da Netflix vanno contro i principi morali dei Paesi in cui vengono trasmesse. Grosse discussioni sono state aperte addirittura per Squid Game, ritenuto borderline in certi contesti per la crudeltà delle immagini (e delle morti). L’ultima notizia, diffusa in Italia dall’Ansa, riguarda però un’altra serie, con temi piuttosto diversi. Stiamo parlando di “Donde caben dos”, tradotta in italiano come “Non c’è due senza…”. Ebbene il Consiglio per la Radio e la Televisione di Turchia (Rtuk) ha multato Netflix a causa di contenuti ritenuti immorali nel format spagnolo e ne è stata chiesta la rimozione immediata.

La storia parla di una coppia intrappolata nella routine, un giovane deluso dalla sua ultima storia d’amore, una fidanzata disperata e due cugini separati dalla loro ultima estate in città. In più, un gruppo di amici che vogliono sperimentare qualcosa di nuovo a livello intimo. Il tutto si volge in una notte, in cui i protagonisti vivono delle situazioni pazze, con chi non avrebbero mai pensato di incontrare. Alla fine, la mattina dopo, sono tutti molto più uniti e anche molto più confusi.

LEGGI ANCHE >>> Lutto a Netflix, si è spenta la protagonista di un’amata serie

LEGGI ANCHE >>> GF Vip 6, distrutta l’auto di un concorrente: tutta colpa di un ubriaco

“E’ immorale”: la Turchia ha chiesto a Netflix la rimozione di ‘Donde caben dos’

Donde caben dos
Donde caben dos (Foto: Youtube)

Secondo fonti turchi, per il Rtuk, il tema dell’omosessualità affrontato nella fiction, assieme a quello dell’incesto e degli scambi di coppia, sono troppo oltre il buongusto. In particolar modo si fa riferimento alla “violazione dei valori morali della società turca”.

Su mandato del governo di Erdogan, oltre a Netflix sono stati multati anche i canali televisivi locali, Halk Tv e Tele1, per motivi di “insulto ai valori religiosi“. In più sono stati sanzionati per aver definito “dittatore” l’attuale presidente della Turchia.