Royal Family, durissima accusa al principe Harry: “Danneggia tutti!”

Royal Family, durissima accusa al principe Harry: “Danneggia tutti!” Il suo modo di porsi nei confronti delle case farmaceutiche può essere un rischio

Principe Harry
Princpe Harry (Foto: Getty)

In questo periodo di pandemia il principe Harry e Meghan Markle sono stati tra i primi sostenitori dell’importanza del vaccino. Il Covid ha sconvolto la vita di tutti noi e i duchi del Sussex non hanno voluto voltare le spalle di fronte ad uno dei più grossi stravolgimenti della quotidianità dell’ultimo secolo. Il secondogenito di Carlo e Diana si è unito a Papa Francesco nel chiedere una rinuncia internazionale ai brevetti sui vaccini. Il principe Harry è stato esplicito sulla necessità di rompere “i monopoli farmaceutici che impediscono ai sieri immunizzanti di raggiungere le comunità bisognose di tutto il mondo”, come osservato dal giornalista Andrew Orlowski. Harry si è unito agli attivisti che sollecitano un esenzione ai diritti di licenza per il farmaco per tutte quelle popolazioni meno agiate.

Orlowski, scrivendo sul Daily Telegraph, ha dichiarato: “Il duca del Sussex si è unito a una crociata che rischia di rovinare la campagna di ricerca sui vaccini. Rimuovere i brevetti farà ben poco per aiutare i più poveri del mondo a farsi vaccinare, contrariamente alla convinzione del principe”. 

LEGGI ANCHE >>> Royal Family, scoppia la bomba: relazione tra William e una star della musica

LEGGI ANCHE >>> Royal Family, cambia per sempre la vita di Meghan Markle: lo farà a breve

Royal Family, durissima accusa al principe Harry: “Danneggia tutti!”

Harry e Meghan
Il principe Harry con la moglie Meghan Markle (Foto: Getty)

Il Bureau of Investigative Journalism ha affermato di aver riscontrato grandi proteste nei confronti delle case farmaceutiche che hanno portato a un ritardo di tre mesi negli accordi sui vaccini concordati. La loro ricerca, come notato da Orlowski, ha suggerito che “per Argentina e il Brasile non sono stati raggiunti accordi nazionali”.

“La maggior parte dei paesi non ha le strutture per produrli, non può distribuirli in modo sicuro in aree remote o non ha le competenze per amministrarli”.

Parlando a un recente evento dell’UNAIDS, in occasione della Giornata mondiale contro l’AIDS, il principe Harry ha affermato che vaccinare il mondo è stato un “test della nostro moralità”.

Ha aggiunto: “È tempo di trarre dalle lezioni che abbiamo imparato durante la pandemia di HIV, dove milioni di persone sono morte inutilmente a causa di profonde iniquità nell’accesso alle cure. Siamo davvero a nostro agio nel ripetere i fallimenti del passato?”.

Insomma un richiamo alla sensibilità di tutti che però potrebbe avere un effetto controproducente rispetto a quanto sperato da Harry. La sua battaglia può danneggiare il bene di tutti.