Mondiale Formula 1, respinto il ricorso Mercedes: Max Verstappen è il campione

Il team sconfitto con Lewis Hamilton aveva già contestato alla Fia le onde di Verstappen davanti a Hamilton all’ultimo giro.

Verstappen
Max Verstappen (Foto: LaPresse)

Il doppio ricorso della Mercedes contro la vittoria di Max Verstappen del Mondiale di Formula 1 ad Abu Dhabi è stato respinto. Sul profilo Twitter ufficiale della Fia si legge: “Max Verstappen ha vinto il suo primo campionato del mondo piloti al termine di una delle gare decisive più intense della storia della Formula 1, superando all’ultimo giro il rivale Lewis Hamilton per vincere il Gp di Abu Dhabi, mentre Carlo Sainz ha chiuso terzo”.

LEGGI ANCHE: Biologo ucciso a Tarquinia, Claudio Cesaris confessa: “Ho sparato io a Dario Angeletti”

Nel tweet non ci sono riferimenti ai reclami presentati dalla Mercedes, uno dei quali è stato già respinto. Il team sconfitto con Lewis Hamilton aveva già contestato alla Fia le onde di Verstappen davanti a Hamilton all’ultimo giro, che dietro la Safety Car, Verstappen abbia lievemente superato per un attimo il rivale andando contro il regolamento e soprattutto, una ripartenza irregolare all’ultimo giro, dal momento che alcune vetture, stando alla ricostruzione della Mercedes, non si sarebbero sdoppiate in tempo. 

La Mercedes non commenterà fino al termine dell’udienza

Secondo i documenti ufficiali della Federazione internazionale dell’automobile (FIA), garante del regolamento in F1, i protagonisti dovevano essere ascoltati dagli steward dalle 19:45 locali. La Mercedes ha confermato l’appello ma non commenterà fino alla fine dell’udienza. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Quirinale, Villarosa a iNews24: “Scene imbarazzanti le parole di Conte su Berlusconi e le cene di Di Maio con Giorgetti”

La Safety Car è entrata in pista dopo un incidente a Nicholas Latifi (Williams) al 53esimo giro. Il direttore di gara in un primo momento non ha permesso ai piloti in ritardi – Verstappen compreso – di tornare alle loro posizioni originali, poi ha cambiato idea, con l’olandese che è potuto tornare alle spalle di Hamilton, per poi superarlo alla ripresa della corsa. La Mercedes sostiene che non tutte le auto sarebbero tornate alla posizione precedente.