Variante Omicron, l’obbligo vaccinale avanza in Europa: chi è favorevole

L'Oms ritiene che “non ci sono evidenze che sia più trasmissibile” di altre, anche se nell'attesa dei risultati degli studi ha invitato “over 60 e persone fragili” a non viaggiare. 

Vaccino (archivio) - Foto di Getty Images
Vaccino (archivio) – Foto di Getty Images

La variante Omicron inizia a preoccupare molti Stati europei, che stanno pensando di introdurre l’obbligo vaccinale. La Germania è prima tra tutti: già domani il Governo federale dovrebbe introdurre ulteriori restrizioni per i non vaccinati. Il prossimo cancelliere Olaf Scholz, in una riunione con Angela Merkel, non avrebbe nascosto di essere favorevole alla vaccinazione obbligatoria e a vietare l’accesso ai non vaccinati a tutti le attività commerciali non essenziali. 

LEGGI ANCHE: Covid, vaccino ai bambini: Aifa verso il via libera all’immunizzazione

In Austria, Alexander Schallenberg è al lavoro per una legge che preveda multe fino a 7.200 euro per chi insiste a non vaccinarsi dopo due solleciti ufficiali. L’obbligo vaccinale riguarderà tutti i cittadini di età maggiore di 14 anni e le persone residenti nel Paese. 

La Grecia, a partire dal 16 gennaio 2022, imporrà la vaccinazione ai cittadini di età maggiore ai 60 anni. Chi si rifiuterà, dovrà pagare una multa di 100 euro al mese fino a che non deciderà di sottoporsi al vaccino. I fondi raccolti saranno devoluti agli ospedali: “Non è una punizione – ha detto il premier Kyriakos Mitsotakisla definirei una tassa sanitaria”. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Tragedia del Mottarone, Eitan tornerà in Italia con la zia paterna il 3 dicembre

Europa divisa anche sul blocco dei voli

Come per l’obbligo vaccinale, in Europa non c’è una linea comune nemmeno per il blocco dei voli dai Paesi a rischio. Il capo dell’Oms Tedros A. Ghebreyesus ha convocato una “risposta razionale” e “proporzionata” alla variante Omicron, ma il Portogallo ha già imposto il tampone a chi arrivi dalle zone a rischio indicate dall’Ecdc (Paesi dell’Est, Irlanda, Belgio e Olanda). 

Sulla variante Omicron, i ministri della Salute del G7 hanno concluso che è “altamente trasmissibile”. Ma l’Oms ritiene che “non ci sono evidenze che sia più trasmissibile” di altre, anche se nell’attesa dei risultati degli studi ha invitato “over 60 e persone fragili” a non viaggiare. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Quirinale, Lezzi a iNews24: “Draghi non ha rispetto per le istituzioni, tratta il Parlamento come un passacarte”

Il responsabile dell’Ecdc Andre Ammon ha affermato che fino ad oggi sono 42 i casi di contagiati con Omicron, tutti asintomatici o con sintomi lievi. “La recrudescenza dei contagi ci ricorda di non abbassare la guardia e ci richiama alla massima responsabilità”, ha affermato il Capo dello Stato Sergio Mattarella.