Sanremo, ex vincitore si commuove per la grave scomparsa – VIDEO

L’ex vincitore di Sanremo si è commosso parlando della grave scomparsa che ha subito il 22 dicembre 2020, e dalla quale non si è ancora ripreso.

Sanremo, il festival della canzone italiana. Valerio Scanu è arrivato secondo nel 2008 e primo nel 2010 (foto Rai).
Sanremo, il festival della canzone italiana. Valerio Scanu è arrivato secondo nel 2008 e primo nel 2010 (foto Rai).

Nella sua carriera di cantante, Valerio Scanu ha partecipato a moltissimi programmi Tv, fra cui Bravo, Bravissimo di Mike Bongiorno, Amici, Il cantante mascherato, Tale e Quale Show. Ha anche calcato due volte il palco dell’Ariston, vincendo nel 2010 il Festival di Sanremo con il brano Per tutte le volte che.

LEGGI ANCHE >>> Sanremo 2022, spuntano i nomi dei big presenti all’Ariston: saranno proprio loro

NON PERDERTI >>> Sanremo 2022, la Rai ha deciso: pubblico stupefatto

La sua carriera era iniziata nei piano bar della provincia di Sassari, dove era accompagnato da un gruppo di cui faceva parte anche il padre. Il legame di Scanu con il suo genitore è sempre stato fortissimo, tanto che nel 2020, la notizia della sua morte è stata come “una pugnalata” da cui non si è ancora ripreso.

Sanremo, l’ex vincitore parla della scomparsa del padre

Natale 2021: Valerio Scanu posa davanti all'albero con il cane Jack (foto Instagram).
Natale 2021: Valerio Scanu posa davanti all’albero con il cane Jack (foto Instagram).

Valerio Scanu, cantante ed ex vincitore di Sanremo, è stato ospite di Oggi è un altro giorno, dove ha raccontato anche la grave scomparsa subita. Il padre si era ammalato di Covid, ma non aveva alcuna patologia ed era una persona molto sana. Per questo motivo, nessuno si preoccupò del suo ricovero, che lo portò a diversi trasferimenti in altri ospedali.

LEGGI ANCHE >>> Sanremo, annuncio choc di una leggenda dell’Ariston: “Non so se arrivo a Natale”

Quasi improvvisamente, le sue condizioni precipitarono. La sera del 22 dicembre 2020 lo chiamarono dall’ospedale, per informarlo della gravità della situazione. A mezzanotte e venti, purtroppo, lo chiamarono di nuovo, per informarlo che era in arresto cardiaco. Scanu, con gli occhi lucidi, non si dà pace: “Mi pento di non averlo chiamato“.

Ecco un breve video che ripropone l’intervista di Valerio Scanu a Oggi è un altro giorno: