Variante Omicron, parla il ‘paziente zero’: i vaccini hanno funzionato

Variante Omicron, parla il ‘paziente zero’: i vaccini hanno funzionato. Il 48enne di Caserta è in isolamento domiciliare ma sta bene

Nessuno sa il suo nome ma tutto ormai lo conoscono come il ‘paziente zero‘: è il primo italiano contagiato dalla variante Omicron del Covid 19 partita da Sudafrica. In realtà l’uomo, un 48enne che risiede nella provincia di Caserta ma che gira il mondo come dipendente dell’Eni, potrebbe averlo contratto in Mozambico.

Covid Lab
(Getty Images)

Da lì infatti era rientrato in Italia l’11 novembre scorso, passando qualche giorno con la sua famiglia: moglie, due figli, i suoceri anziani. I tamponi fino ad allora erano negativi, così come quando quattro giorni dopo era a Milano per una visita medica programmata dall’azienda. Lì, come ha raccontato al ‘Corriere’ ha effettuato un nuovo test PCR in vista del volo di rientro a Maputo. In quel caso però è risultato positivo e quindi è stato costretto a rinviare tutto.

Ha fatto rientro a casa sua, evitando ogni contatto con altri soggetti, come era stato anche anche nella notte passata in albergo a Milano. E lì ha iniziato l’isolamento domiciliare come regolarmente prescritto. Perché la buona notizia è che nonostante sia stata rilevata la Omicron, lui sta bene e quindi non è stato necessario il ricovero. Così come, assicura l’uomo, stanno bene tutti quelli della sua famiglia, sia i piccolo che gli anziani.

Bollettino Covid del 18 luglio
(Getty Images)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Variante Omicron, cosa sappiamo sulla nuova mutazione del virus

Variante Omicron, parla il ‘paziente zero’: il vantaggio delle vaccinazioni

Il merito? Secondo lui, ma anche secondo la Asl di Caserta, è delle due dosi di vaccinazioni già effettuate, tanto che era in attesa della terza. “Sono soddisfatto di essere stato vaccinato. Attualmente siamo in isolamento presso la nostra abitazione, monitorati dai medici e dall’autorità sanitaria, in attesa di riscontro negativo del test per uscire dall’isolamento”.

Una conferma che arriva anche dal direttore generale della Asl di Caserta, Ferdinando Russo, ai microfoni di Radio Rai. La doppia dose di vaccino ha fatto il suo lavoro, perché anche se non gli ha impedito di contagiarsi, ha almeno attenuato gli effetti della variante. “Ci aspettiamo che nei prossimi giorni, se non nelle prossime ore, sarà negativo”.

Covid vaccinazioni Italia
(Getty Images)

Così come sono risultati negativi tutti gli alunni nelle classi frequentate dai due figli dell’uomo che precauzionalmente erano state chiuse. Invece i 133 passeggeri e l’equipaggio del volo preso dal Mozambico in Italia attendono l’esito dei tamponi. In ogni caso, il tampone dell’uomo ha mostrato una carica virale bassa e questo è un ulteriore indizio del fatto che il pericolo almeno per ora è moderato nei soggetti vaccinati.