Denise Pipitone, svolta clamorosa: il caso arriva in Parlamento

Denise Pipitone, svolta clamorosa: il caso arriva in Parlamento in attesa che il gip di Marsala prenda una decisione sull’archiviazione

Il caso della scomparsa di Denise Pipitone dopo 17 anni anni approderà anche in Parlamento. Una clamorosa indiscrezione lanciata nelle ultime ore dalla trasmissione ‘Ore14’ su Rai 2 con Milo Infante.

Denise Pipitone
Denise Pipitone (Facebook)

Ospite in studio, il direttore di ‘Affari Italiani’ Angelo Maria Perrino che ha sganciato la bomba, ripreso poi da ‘Il Tempo’: “Secondo una nostra fonte romana, la chiave di questo giallo sta nelle intercettazioni, che però non si vogliono rendere pubbliche. Sarebbero compromettenti per alcuni personaggi noti, magistrati e politici”. E così ha rivolto un appello al mondo della politica perché la verità finalmente arrivi alla luce

Un appello che in realtà era già stato raccolto come ha confermato la deputata del Pd Alessia Morani. Insieme al collega Carmelo Miceli aveva sollecitato la costituzione di una commissione d’inchiesta su quello che è avvenuto negli ultimi 17 anni. L’obiettivo, come ha confermato Morani a Fanpage.it, sarà analizzare se gli elementi di indagine siano stati controllati scrupolosamente e. nel caso, se ci siano state negligenze.

Una svolta accolta con favore da Piera Maggio, la mamma di Denise: “Finalmente una Commissione d’Inchiesta sul caso di Denise. Prima seduta giovedì 2 dicembre. Ringraziamo dal profondo del cuore tutti coloro che si sono interessati alla commissione d’inchiesta. Auspichiamo che si faccia chiarezza su tutta la vicenda. La figlia di tutti gli Italiani”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Denise Pipitone, arriva l’archiviazione: “Sono più sereno”

Denise Pipitone, svolta clamorosa: c’è attesa per la decisone del gip di Marsala

La commissione parlamentare dovrebbe cominciare i suoi lavori indicativamente nel prossimo febbraio, ma intanto c’è attesa per la decisione del gip di Marsala, Sara Quittino. Il magistrato si è riservato il diritto di decidere sulla richiesta di archiviazione dell’inchiesta per la scomparsa di Denise Pipitone, nelle prossime ore sapremo.

(Facebook)

L’ultima inchiesta si è concentrata in particolare su Anna Corona e Giuseppe Della Chiave, due personaggi ritenuti chiave, oltre che su due coniugi accusati di false dichiarazioni al pm. E l’opposizione alla richiesta di archiviazione è stata presentata solo per Anna Corona (moglie del padre naturale di Denise), mentre Giuseppe Della Chiave è legato alla testimonianza di Battista Della Chiave, zio sordomuto dell’uomo. Era stato lui a riferire di aver visto il nipote a bordo di uno scooter con una bambina in braccio il giorno della scomparsa di Denise.