Nomine Rai, Conte: “Coinvolgeremo i cittadini per un referendum sulla riforma Rai”

Conte a Piazza Pulita: "Quando ero premier non ci hanno consentito di avere i numeri. Abbiamo due proposte".

Governo renzi conte
Giuseppe Conte (Getty Images)

Io non sono arrabbiato, sono assolutamente sereno, non siamo arrabbiati perché adesso avremo ancora più forza per condurre la nostra battaglia: raccoglieremo le firme per una iniziativa popolare, coinvolgeremo i cittadini”, per un eventuale referendum su una riforma della tv pubblica. Lo ha annunciato Giuseppe Conte, leader del Movimento Cinque Stelle a Piazza Pulita su La7. 

LEGGI ANCHE: Governo, la maggioranza si divide due volte in Senato, il premier: “Normali dinamiche parlamentari”

Dopo la polemica sulle nuove nomine Rai, l’ex premier è tornato sulla questione: “Ho chiesto spiegazioni – ha detto – perché nessuno ha spiegato a 11 milioni di elettori come stanno le cose. Ancora adesso non riesco a capire quale sia stato il criterio applicato per le nomine, se non a cogliere le istanze di tutte le forze politiche, anche dell’opposizione, ad eccezione del partito di maggioranza relativa. Io non so se le nomine Rai sono state discusse a Palazzo Chigi – ha aggiunto Conte – ma posso dire che quando ero presidente del Consiglio non ci sono mai stati tavoli per la Rai”. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Crisi migranti in Bielorussia: bambino di un anno morto assiderato nella foresta

Conte ricorda: “Non ci hanno consentito di avere i numeri per la riforma Rai”

Durante la trasmissione Conte ha ricordato anche che la riforma della Rai richiesta dai pentastellati, non è stata realizzata: “Nel Conte I per la Lega e nel Conte II la coalizione”. In entrambi i casi, spiega l’ex premier, “non ci hanno consentito di avere i numeri. Abbiamo due proposte: un progetto che passa dall’Agcom o va anche bene la Fondazione come la Bbc”, ha concluso.