La deputata No-vax Sara Cunial potrà accedere alla Camera senza il green pass

Le parole dure di Ettore Rosato verso la collega: "È passata dal voler combattere la casta a chiedere trattamenti di favore. È inaccettabile".

Sara Cunial - Foto di Facebook
Sara Cunial – Foto di Facebook

Sara Cunial, deputata del gruppo Misto, potrà entrare alla Camera per partecipare ai lavori parlamentari senza esibire il Green pass, almeno fino al primo dicembre. Lo riporta l’Ansa, citando fonti parlamentari. 

LEGGI ANCHE: Stermina la famiglia e si toglie la vita: cinque persone morte nel Modenese

Cunial e altri deputati e dipendenti hanno presentato una richiesta di sospensiva al Consiglio di giurisdizione, il tribunale interno di primo grado di Montecitorio presieduto da Alberto Losacco (Pd), dopo la decisione del collegio dei questori di introdurre l’obbligo del pass per entrare in tutte le sedi della Camera.

In un primo momento il ricorso era stato respinto in attesa dell’udienza del Consiglio prevista per il 1 dicembre. Ma Cunial ha fatto appello ad Andrea Colletti, presidente del collegio di Appello della Camera, che ha accolto il ricorso per permettere alla deputata di esercitare il mandato di rappresentanza popolare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Nomine Rai, Conte attacca: “M5S è stato esautorato. Non saremo più ospiti del servizio pubblico”

In passato Colletti (ex Movimento 5 Stelle) ha definito il Green pass una “scellerata violazione dei diritti costituzionali”. Il ricorso di Cunial sarà esaminato dal Consiglio di giurisdizione della Camera il primo dicembre e in quell’occasione potrebbe essere deciso di stralciare la sospensiva. 

Ettore Rosato: Cunial è “passata dal voler combattere la casta a chiedere trattamenti di favore”

Ettore Rosato ha usato parole dure nei confronti della decisione di sospendere il green pass alla collega Cunial: “Perché le regole che esistono per tutti i cittadini non dovrebbero valere qui a Montecitorio? Se ai lavoratori viene chiesto di esibire il green pass pena la sospensione e mancata retribuzione, perché ai parlamentari dovremmo consentire di votare anche senza il certificato?”.

LEGGI ANCHE: Gruppi No-vax, perquisizioni a Genova e Firenze, gli inquirenti: “Corsi di formazione e un esame per entrare nel gruppo”

E ancora: “Mi stupisce la decisione del presidente del Collegio d’appello della Camera che ha sospeso le regole sul green pass che ci eravamo dati per consentire alla collega dichiaratamente no vax Sara Cunial di entrare in Aula. È passata dal voler combattere la casta a chiedere trattamenti di favore. È inaccettabile“.