Netflix, il terribile annuncio dell’attore: “Ho un tumore alla prostata”

Un annuncio terribile scritto su di una lettera: l’attore di Netflix ha parlato del tumore scoperto al colloquio con i medici

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Joe Exotic (@joe_exotic)

Joe Exotic è noto per il suo documentario autobiografico su Netflix, Tiger King. L’imprenditore statunitense è in carcere dal 2018 per aver tentato di assumere qualcuno per uccidere Carole Baskin e per altri casi di imputazione che l’hanno condannato a 22 anni da scontare.

LEGGI ANCHE > > > La Casa di Carta 5, svelato il trailer dell’ultima stagione: finale sconvolgente!

NON PERDERTI > > > GF Vip 6, concorrente perde le staffe: “Voglio uscire di qua”

È proprio dal carcere della contea di Grady a Chickasha, in Oklahoma, che ha scritto una lettera dove parla delle sue condizioni non proprio benestanti, quest’ultima è stata pubblicata grazie allo staff cui era indirizzata.

LEGGI ANCHE > > > Green pass falsi, Pippo Franco indagato, il suo avvocato: “È estraneo ai fatti”

Netflix, la lettera di Joe Exotic ai suoi fan

L'attore Netflix
Joe Exotic (@Instagram)

Nella lettera scritta su di un foglio, dal carcere dell’Oklahoma, Joe Exotic ha voluto far sapere: “A tutti, è con faccia triste che devo dirvi che i medici mi hanno chiamato oggi per dare la notizia che la mia biopsia alla prostata è tornata con un cancro aggressivo, sto ancora aspettando i risultati di altri test”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Adriano Celentano torna in tv: spunta il nome del nuovo programma

Un annuncio che lascia di sasso, ma che Exotic affronta sempre a modo suo: “In questo momento non voglio la pietà di nessuno e sono sicuro che Carole starà già festeggiando. Quello di cui ho bisogno è che il mondo sia la mia voce per essere rilasciato, hanno la prova che non sono stato io. Non c’è motivo che il procuratore distrettuale trascini la cosa, così posso andare a casa e farmi curare da solo e godermi la vita che mi è rimasta con i miei cari! Dite tutti una preghiera e siate la mia voce”.