Sanremo, rivelazione choc dell’artista: “Ho preso ansiolitici”

Un’artista del Festival di Sanremo ha sorpreso tutti dicendo di aver preso degli ansiolitici.

Sanremo Ariston
Sanremo Teatro Ariston (Foto: Getty)

Francesca Calearo, alias Madame, è una delle cantanti italiane più amate dai teenager. Nota al pubblico per aver partecipato a Sanremo 2021, dove ha presentato la canzone “Voce”, Madame si classifica ottava nella classifica finale del Festival di Sanremo e vince il Premio Sergio Bardotti per il Miglior Testo. La sua musica è stata condivisa anche da Cristiano Ronaldo ed è stata anche ospite per un featuring a X Factor 2020 e ha condotto una puntata de Le Iene.

Nella serata di ieri la cantante appena diciannovenne ai microfoni de Le Iene si lascia andare in alcune confessioni che sicuramente hanno lasciato senza parole i tantissimi telespettatori che hanno seguito il programma.

Sanremo, rivelazione choc dell’artista: “Ho preso ansiolitici”

Madame
(@Instagram)

“Prendevo ansiolitici come se fossero acqua” afferma Madame, la quale spiega anche il motivo per il quale si sentisse costretta a farlo. “Autostima è amare se stessi. Dobbiamo imparare ad amare tutto di noi. Anche le parti peggiori. Quelle che ci fanno soffrire e vorremmo cambiare. Ma se proviamo a cambiarle odiando ciò che siamo. L’assenza di autostima è una brutta bestia. Se non ce l’hai, senti di non valere nulla”.

Madame dopo continua spiegando cosa le è successo l’anno scorso, quando è stata ospite a X Factor. “Prima di salire sul palco ero sola dentro il camerino. Piangevo disperata: ‘Cosa ci faccio qua?’, ‘Non me lo merito’. Non mi riconoscevo e non mi amavo. La verità è che sono stata di merda per anni, pure a Sanremo. Prendevo ansiolitici come fossero acqua. Poi mi sono detta: basta. Ho iniziato a lavorare ogni giorno per trovare un senso. Ho guardato in faccia l’ansia che mi aveva sempre accompagnata. E ho trovato il modo per eliminarla. Non possiamo rovinarci la vita perché abbiamo paura di soffrire. O di morire. E’ una grandissima caga*a”.