Raffaella Carrà, retroscena emozionante: è accaduto col suo primo programma

Raffaella Carrà, retroscena emozionante: è accaduto col suo primo programma. Un bellissimo ricordo che colpisce i fan

Raffaella Carrà
Raffaellà Carrà a Sanremo (Foto: Getty)

La sua scomparsa il 5 luglio scorso ha sconvolto l’intero mondo dello spettacolo. Raffaellà Carrà è stata l’icona di una televisione che ormai non esiste più, di un’Italia che nel corso di questi anni è profondamente cambiata. Tra le sue mille sfaccettature come artista, impossibile non ricordala come ballerina e cantante mozzafiato, o come presentatrice sempre in gamba. La Spagna e l’Argentina l’hanno accolta nel migliore dei modi e l’hanno resa un personaggio apprezzatissimo anche a livello internazionale. Sono passati diversi decenni dai suoi esordi in Rai, ma ancora oggi il ricordo è fervido nei personaggi che l’hanno conosciuta o che ci hanno lavorato fianco a fianco. Un modo indiretto per ricordarla è stato il programma ‘Ora Solare‘, in onda su Tv2000, affidato alle sapienti mani di Paola Saluzzi. Nella puntata di ieri, 26 ottobre, ricorreva l’anniversario della morte di un altro grande personaggio della televisione nostrana: Luciano Rispoli. 

LEGGI ANCHE >>> Sanremo 2022, clamoroso ritorno all’Ariston: italiani pazzi di gioia

LEGGI ANCHE >>> Tiziano Ferro racconta a tutti il suo dramma: “È stato orrendo”

Raffaella Carrà, retroscena emozionante: gli esordi in radio grazie a Luciano Rispoli

Luciano Rispoli
Luciano Rispoli (Foto: Facebook)

Il ricordo dello storico presentatore di ‘Tappeto Volante‘, è stato affidato al giornalista, scrittore e autore tv Mariano Sabatini, considerato una sorta di “figlioccio” di Rispoli. Parlando del suo padre putativo, Sabatini ha fatto riferimento anche a tutti i personaggi che lui ha lanciato nel corso degli anni trascorsi in Rai. Nello specifico si è fatto riferimento anche alla Raffa Nazionale in un passaggio: “Fu lui il primo a far lavorare la Carrà”, ricorda il giornalista. “Rispoli le diede il primo programma radiofonico. Andava in giro con un registratore pesantissimo e realizzava interviste. Da lì nacque Raffaella col microfono a tracolla!”. Un bellissimo riferimento ai primissimi anni della sua carriera, quando da giovane avvenente di Bologna, sognava di conquistarsi un posto nella Tv nazionale.