Ilaria D’Amico, spunta un retroscena delicato: “Una situazione molto imbarazzante”

Ilaria D’Amico, spunta un retroscena delicato: “Una situazione molto imbarazzante”. Un frammento del passato tenuto nascosto

Scendere in campo al fianco delle altre donne che hanno meno opportunità? Una necessità che Ilaria D’Amico ha rilanciato ai microfoni de ‘I Lunatici’ la trasmissione della notte di Rai Radio2.

Ilaria D’Amico (Instagram)

Dalla parte delle donne sempre, anche se parlare di quote rosa non le piace. Le definisce un male necessario per scardinare una mentalità da sempre dilagante, quella che permette agli uomini di prendere le decisioni più importanti. E per questo è fondamentale aumentare il potere delle donne nei posti che contano.

Ma nel discorso, la popolare conduttrice ha infilato anche un ricordo del suo passato. “Mi sono ritrovata in una situazione molto imbarazzante. Lavoravo, erano i primi anni. Mi chiamò nella sua stanza il direttore e lo trovai con della musica romantica. Poi iniziammo a parlare e lui cominciò a farmi massaggi sul collo. Era un segnale inequivocabile. Lavoravo lì, ma ne sono uscita, ho bloccato tutto”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fabrizio Corona, bacio nella notte: pubblico elettrizzato – VIDEO

Ilaria D’Amico, spunta un retroscena delicato: quelle strane promesse di Gigi Buffon

Nomi non ne fa, ma più volentieri parla del suo rapporto con Gigi Buffon, l’amore della sua vita. E scherzando, fa capire che è un mentitore seriale: “Ogni anno mi promette un’estate incredibile, che faremo un viaggio alla scoperta dell’Italia meno conosciuta. Invece ogni volta poi arriviamo a maggio che ha già preso altre decisioni”. Ma in fondo perché smettere? “Lui è un trascinatore vero, di se stesso e dei suoi compagni. Un generoso, si sporca le mani nello spogliatoio e ha una parte umana meravigliosa”.

Ilaria D'Amico
Sky, Ilaria D’Amico e ilsuo addio al calcio (Getty Images)

Ora però tutti aspettano di rivederla in tv, anche se come ha confermato ancora di recente al settimanale ‘F’ la morte di sua sorella Catia per una grave malattia ha cambiato le priorità. “Catia mi ha dato la spinta per farlo davvero. Quando giravo con lei per ospedali ho sentito l’urgenza di occuparmi di temi di servizio, di tornare a raccontare cosa siamo oggi. Così quando è arrivata la proposta di Sky per una prima serata di attualità tutto ha preso forma”.