Einar, giovane stella del rap svedese ucciso in un regolamento di conti tra gang

L’artista diciannovenne è stato raggiunto da alcuni spari che l’hanno ucciso sul colpo. La polizia è attualmente alla ricerca di almeno due individui sospettati dell'omicidio

Einar (Screenshot da Youtube)

Il giovane rapper svedese Einar è stato ucciso ieri a colpi di arma da fuoco nel sobborgo di Hammarby, nella periferia sud di Stoccolma.

Seconod fonti di polizia, Nils Lurt Einar Gronberg, questo il vero nome dell’artista diciannovenne, avrebbe perso la vita in un possibile regolamento di conti legato agli ambienti criminali di alcune gang che, proprio negli ultimi anni, hanno causato numerosi incidenti e sparatorie non solo a Stoccolma, ma anche nelle città di Goteborg e Malmoe.

Solo nel 2021 infatti sono già 273 gli scontri a fuoco registrati in Svezia, per un totale di 40 morti. La polizia al momento sarebbe alla ricerca di due sospettati, anche se la dinamica dell’omicidio è ancora poco chiara, come ha riportato il quotidiano svedese Aftonbladet.

Chi era il ragazzo prodigio del rap svedese

Einar (screenshot da Youtube )

Einar, che in passato aveva già ricevuto minacce, nel 2020 era anche stato vittima di un tentato rapimento ai suoi danni organizzato da un suo rivale, il rapper Yasin, condannato proprio per questo motivo a dieci mesi di reclusione.

Einar era diventato famoso all’età di 16 anni con la canzone “Katten i trakten“ (Il gatto del quartiere), un singolo estratto dal suo primo album (‘Forsta klass’) che gli aveva permesso di scalare le classifiche svedesi, diventando addirittura l’artista più popolare su Spotify nel 2019, anno nel quale vinse il premio  come miglior artista esordiente e quello per la canzone dell’anno.