Bacoli, un uomo interrompe il consiglio comunale e si cosparge di benzina: fermato prima di darsi fuoco

L’uomo, assunto come guardia giurata al Centro Ittico Campano di Bacoli, ha interrotto l’assemblea comunale per protestare contro il suo licenziamento, inserito nell’ordine del giorno.

Josi Gerardo Della Ragione - Foto di Facebook
Josi Gerardo Della Ragione – Foto di Facebook

Una guardia giurata del Centro Ittico Campano ha interrotto il consiglio comunale in corso a Bacoli nella chiesa di San Gioacchino, per protestare contro il suo licenziamento inserito nell’ordine del giorno e poi si è cosparso di liquido infiammabile. L’episodio si è verificato venerdì 22 ottobre intorno alle 22 nel Comune dei Campi Flegrei in provincia di Napoli.

LEGGI ANCHE: Pensioni, da Quota 100 a Quota 104: come cambia l’uscita anticipata dal lavoro

L’uomo, 57enne del posto, aveva appena estratto dalle tasche un accendino, quando è stato bloccato dai carabinieri della stazione locale e dai vigli urbani che erano presenti sul posto. I militari dell’Arma lo hanno denunciato per interruzione di pubblico servizio e in via precauzionale hanno sequestrato la sua pistola, seppur detenuta regolarmente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Open Arms, Salvini a processo: “Richard Gere testimone? Speriamo non diventi festival del Cinema”

Il sindaco di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione ha commentato su Facebook l’episodio: “È un attacco alle istituzioni democratiche di questa città. Senza precedenti nella storia del nostro paese. È evidente che l’azione di ripristino della legalità, che stiamo portando avanti con ogni sforzo, qui a Bacoli, sta generando tensioni sociali in un sistema incancrenito di illeciti, illegalità e clientele, che ha affossato per decenni la nostra terra. Non possiamo tollerarlo. E, soprattutto, non ci piegheremo”. Ed ha aggiunto: “Ringrazio le forze dell’ordine intervenute. Ed a cui chiedo sostegno, a tutale di chi sta servendo lo Stato. Senza più piaceri, ma provando a perseguire diritti e doveri. Chiedo a tutte le istituzioni locali, provinciali, regionali, nazionali ed europee, che stanno guardando con grande attenzione al nostro operato quotidiano, di starci al fianco”.
La solidarietà al primo cittadino Della Ragione è arrivata da Antonio Bassolino, consigliere comunale di Napoli che in una nota ha scritto: “Sono chiari tentativi di bloccare il percorso di legalità e di rinnovamento civico che si sta realizzando a Bacoli. Al sindaco Josi Della Ragione, che saprà andare avanti con giusta determinazione, un grande e solidale abbraccio”.

LEGGI ANCHE: Milano e Firenze, nuovi cortei No Green pass in solidarietà ai lavoratori di Trieste

Anche Valeria Ciarambino, vicepresidente del consiglio regionale della Campania scrive un messaggio di solidarietà su Facebook indirizzato a Della Ragione: “Il grave e folle gesto messo in atto ieri nell’aula del Consiglio comunale di Bacoli, da un uomo che ha minacciato di dare fuoco a sé stesso e ai banchi dell’assise, è l’ennesimo attacco a un’amministrazione che da anni, sotto la guida del sindaco Josi Della Ragione, si sta battendo per il ripristino della legalità e per contrastare un sistema di clientele per anni diffuso e radicato”.