Gerry Scotti, confessione struggente: “L’ho presa brutta”

L’amatissimo conduttore televisivo Gerry Scotti ha affrontato un momento difficile della sua vita: “Ho visto in faccia la gravità della situazione”

Gerry Scotti, confessione struggente
Gerry Scotti (Instagram)

Intervenuto nel format ‘A casa mia’ diretto da Roberta Termali su Instagram, Gerry Scotti ha ricordato il difficile periodo che ha dovuto attraversare l’anno scorso. Il conduttore televisivo nel mese di ottobre 2020 ha contratto il Covid: “La malattia dell’anno l’ho presa brutta”.

Difatti, il giudice di Tù sì que vales è stato costretto alle cure ospedaliere per sconfiggere il temuto virus. “Non dico la morte perché sarei esagerato, ma ho visto in faccia la gravità della situazione“, ha ammesso l’amatissimo conduttore. Per il 65enne questo non è stato un anno facilissimo e dopo la guarigione dal Covid è cambiato qualcosa.

POTREBBE INTERESSARTI QUESTO ARTICOLO>>> Adriana Volpe-Giancarlo Magalli, una storia senza fine: “Ha stancato”

Gerry Scotti confessa: “Dopo essere guarito dal Covid sono cambiato”

Gerry Scotti, confessione struggente
Il giudice di Tù sì que vales (Instagram)

Gerry Scotti intervistato da Roberta Termali su Instagram ha innanzitutto ammesso di non essere particolarmente social: “Non fatemi emozionare, sono abituato alla televisione e mi emoziono facilmente su certe novità“. Il 65enne ha poi proseguito ricordando il difficilissimo periodo che ha dovuto attraversare a causa del Covid.

Dopo la guarigione dal temuto virus, il giudice di Tù sì que vales ha dichiarato di essere cambiato: “Da quando sono tornato alla vita normale ho imparato a lamentarmi un po’ meno. – Ironizzando ha ammesso -. Poi c’è sempre una ragione che uno torna a casa stufo, ognuno ha le sue”.

TI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE QUESTO>>> Ambra Angiolini, decisione dopo la rottura con Allegri: fan sorpresi – FOTO

Infine, spostando nuovamente l’attenzione sulla sua carriera televisiva Gerry Scotti ha annunciato che il prossimo anno festeggerà quarant’anni di attività: “Non è poco per uno che ne ha 65: “Ogni tanto mi fermo anche io a guardare indietro e dico ma quanti anni sono passati?!”.