Infortunio Zaniolo, colpo di scena Roma: le sue condizioni

Infortunio Zaniolo, colpo di scena Roma: le sue condizioni. Il talento della Nazionale è uscito nel primo tempo della sfida con la Juventus

Nicolò Zaniolo
Nicolò Zaniolo (Foto: Getty)

Dopo appena 26′ della sfida contro la Juventus, Nicolò Zaniolo s è accasciato a terra e ha chiesto il cambio. Un brivido è subito corso lungo la schiena dei tifosi giallorossi, visti i precedenti di questo sfortunatissimo talento del calcio italiano. Ad un primo sguardo poteva sembrare un normale problema muscolare, visto che il numero 22 si toccava la parte posteriore della coscia. Dopo aver provato a forzare per qualche istante, ha lasciato spazio al subentrante El Shaarawy. Un vero peccato per Mourinho, che aveva rivisto, seppur per un piccolo sprazzo di match, il vero Zaniolo. Forza sulle gambe e accelerazioni brucianti, con i difensori bianconeri che faticavano a contenerlo in campo aperto. Subito dopo il match, il reale problema fisico è venuto però a galla. Non si trattava del classico stiramento, ma un fastidio al ginocchio sinistro (quello operato a settembre dello scorso anno).

LEGGI ANCHE >>> Serie A, salta un’altra panchina: il sostituto è già pronto

LEGGI ANCHE >>> Juventus-Roma 1-0: voti, highlights e tabellino. Mourinho beffato

Infortunio Zaniolo, problema al ginocchio sinistro: le sue condizioni

Zaniolo
Nicolò Zaniolo (Foto: Getty)

Rientrato a Roma con la squadra, il ragazzo è stato sottoposto questa mattina alla classica risonanza magnetica, per escludere qualsiasi interessamento dei legamenti. La famosa ‘prova del cassetto‘, effettuata a caldo dallo staff medico giallorosso, aveva escluso qualcosa di serio. Conoscendo però i trascorsi del ragazzo, la Roma ha voluto approfondire la questione.

I risultati strumentali hanno escluso lesioni, confermando che si tratta solo di un’iperflessione, con leggera distorsione dell’articolazione. Insomma un bel sospiro di sollievo per Nicolò, che non percepiva particolare dolore nemmeno questa mattina. Resta in dubbio la sua presenza per la sfida con il Napoli di domenica prossima, ma di certo non si tratterà di uno stop lungo. Anche Mourinho ha un motivo per sorridere, nonostante la sconfitta di ieri.