Il Paradiso delle Signore, Marcello vittima di un furto: lo sfogo con i fan

Marcello Barbieri de Il Paradiso delle Signore ha confidato il furto di cui è rimasto vittima. L’attore ha quindi deciso di fare un appello ai suoi fan, condividendo alcune delle storie ricevute.

Il Paradiso delle Signore: selfie degli attori durante le riprese (foto Instagram).
Il Paradiso delle Signore: selfie degli attori durante le riprese (foto Instagram).

Pietro Masotti da vita ormai da qualche anno ad uno dei diversi personaggi de Il Paradiso delle Signore. Più precisamente, veste i panni di Marcello Barbieri e questo lo ha reso molto amato dal pubblico. Nei primi giorni di ottobre, però, gli sono arrivate diverse segnalazioni che lo hanno fatto gridare alla truffa.

LEGGI ANCHE >>> Il Paradiso delle Signore, durissimo sfogo dell’attore: fan basiti

NON PERDERTI >>> Anticipazioni Il Paradiso delle Signore 6, un personaggio scompare misteriosamente

Diversi suoi ammiratori hanno ricevuto infatti delle richieste davvero strane da parte di una persona che si sta spacciando per lui. Pietro Masotti ha sottolineato che, secondo lui, non si tratta di un episodio isolato, ma da quanto gli scrivono i suoi fan sui canali social questi episodi si stanno ripetendo con una certa frequenza.

Il Paradiso delle Signore, Marcello parla del furto

Il Paradiso delle Signore: Pietro Masotti, che interpreta il ruolo di Marcello (foto Instagram).
Il Paradiso delle Signore: Pietro Masotti, che interpreta il ruolo di Marcello (foto Instagram).

Pietro Masotti, ovvero Marcello de Il Paradiso delle Signore, ha raccontato di una ragazza a cui il profilo finto ha prima domandato il numero di telefono, poi gli ha chiesto di comprare alcune cose al supermercato. Numerosi altri personaggi famosi hanno lamentato fenomeni simili sui social media, fra cui anche Sfera Ebbasta.

LEGGI ANCHE >>> Il Paradiso delle Signore, il triste addio dell’attrice: non tornerà più

Con diversi video e messaggi il cantante aveva messo in guardia chi cercava di comprare il suo numero di telefono per cifre esorbitanti. A quanto sembra, il contatto che veniva offerto era pure falso. Bisogna ricordare che il furto di identità è un reato ed è prevista una pena detentiva da 2 a 6 anni, con la possibilità di un’ulteriore sanzione pecuniaria.