Influenza stagionale, primi casi in Italia: sono bambini, parte la vaccinazione

Influenza stagionale, primi casi in Italia: gli esami effettuati in laboratorio confermano. Sono bambini, parte la vaccinazione

Vaccinazione Italia
Vaccini covid-19 (Getty Images)

In mezzo alla pandemia e agli effetti del Green pass obbligatorio di oggi si infila ora quello che conosciamo da sempre. Sono stati infatti identificati e certificati i primi due casi in Italia di influenza stagionale, appartenenti allo stesso ceppo che è già stato ribattezzato A/H3.

La prima conferma è arrivata dall’Ospedale Infettivologico Amedeo di Savoia di Torino, associata ad un bambino con un quadro di polmonite. Il secondo caso invece è stato riscontrato a Varese e confermato presso l’Università di Milano in un bambino con ‘semplice’ sintomatologia influenzale. Questo in realtà significa che tutte le fasce di età sono a rischio e quindi dal 18 ottobre scatterà la sorveglianza virologica come previsto nel ‘Protocollo operativo InfluNet & CovidNet’.

(Getty Images)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Green pass, la denuncia del vigile del fuoco a iNews24: “Noi in tanti senza vaccino, i presidi resteranno scoperti

Influenza stagionale, primi casi in Italia: in Piemonte già partita la campagna vvaccinale

Come ricorda l’Istituto Superiore di Sanità la vaccinazione rimane il metodo più sicuro ed efficace per la prevenzione e per limitare tutte le possibili complicazioni. E già da ottobre, chi vuole e lo trova in commercio può agire.

In Piemonte, ad esempio, campagna di vaccinazione anti-influenzale è partita giovedì 14 ottobre nei circa tremila studi dei medici di medicina generale. La Regione già la scorsa primavera aveva partecipato al bando, acquistando di 1,1 milioni di dosi da quattro case farmaceutiche per ua spesa pari a 9 milioni di euro. E in mezzo a queste ci sono anche 10mila nuovi vaccini spray destinati ai bambini dai 6 mesi ai 6 anni oltre a nuove tipologie di vaccini per fragili e ultra fragili.

Alberto Cirio
Il governatore del Piemonte, Alberto Cirio (GettyImages)

Come ha chiarito il presidente della Regione, Alberto Cirio, “lo scorso anno le dosi sono salite a 935 mila e quest’anno abbiamo deciso di acquistarne 1 milione e 100 mila “. Ma soprattutto, il vaccino contro l’influenza può essere affrontato insieme a quello contro il Covid e quindi sarà possibile la vaccinazione complessiva.