Norvegia, morte cinque persone durante un attacco con arco e frecce

Gli investigatori non escludono che dietro il folle gesto ci sia un "background terroristico". Stando a quanto trapela, l’uomo avrebbe agito da solo. I feriti sono stati ricoverati.

Un uomo armato di arco e frecce ha ucciso cinque persone e ne ha ferite due questa sera, mercoledì 13 ottobre, a Kongsberg, nel Sud-Est della Norvegia. A renderlo noto, la polizia norvegese, che ha già arrestato un sospettato: si tratterebbe di un danese di trent’anni. L’episodio si è verificato poco prima delle 18.30 nel centro cittadino, tra case e negozi.

LEGGI ANCHE: Question Time, Boldrini (Pd) a iNews24: “Le parole di Giorgia Meloni infangano le istituzioni”

Purtroppo possiamo confermate che ci sono diversi feriti e anche molti morti“, ha riferito il funzionario della polizia locale Yvind Aas durante una conferenza stampa, ed ha aggiunto: “L’uomo che ha commesso questo atto è stato arrestato dalla polizia e secondo le nostre informazioni c’è solo una persona coinvolta“.

Attacco Norvegia - Foto di Twitter
Attacco Norvegia – Foto di Twitter

Ancora non sono chiari i motivi di questo attacco e la polizia non ha ancora fornito ulteriori dettagli sull’arrestato. Si tratterebbe di un uomo e al momento si trova nella stazione di polizia di Drammen. Gli investigatori non escludono che dietro il folle gesto ci sia un “background terroristico“. Stando a quanto trapela, l’uomo avrebbe agito da solo: “Non è in corso alcuna ricerca attiva per trovare altre persone“, ha detto Oyvind Aas. I due feriti sono stati ricoverati e si trovano in terapia intensiva. Uno di loro, colpito alla schiena, è un agente che al momento dell’attacco era fuori servizio.

Attacco Norvegia, le frecce che sarebbero state utilizzate dall'attentatore - Foto di Twitter
Attacco Norvegia, le frecce che sarebbero state utilizzate dall’attentatore – Foto di Twitter

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Meloni a Lamorgese: “Scontri no Green Pass consentiti dal governo, è strategia della tensione”

Secondo le prime ricostruzioni l’attentatore sarebbe partito da un supermercato, la Coop Extra sul lato ovest della città. Poi si sarebbe spostato in altre zone che sono state isolate. Diversi quartieri di Kongsberg vicini alla zona dell’attacco sono stati transennati e i residenti sono stati invitati a restare chiusi in casa, anche dopo l’arresto del sospettato.

Attacco in Norvegia - Foto di Twitter
Attacco in Norvegia – Foto di Twitter

Sul posto sono intervenute le forze di polizia armate e le ambulanze, oltre che un elicottero e una squadra di artificieri. Allertati anche i servizi di intelligence. L’emittente NRK ha pubblicato una foto inviata da un testimone che mostra una freccia nera conficcata in un muro.

LEGGI ANCHE: Giovanni Paolo I sarà beato: la storia di uno dei pontificati più brevi mai ricordati

In passato la Norvegia è già stata teatro di attacchi di estrema destra. Il 22 luglio 2011, Anders Behring Breivik ha ucciso 77 persone facendo esplodere una bomba vicino alla sede del governo a Oslo, per poi continuare ad uccidere persone durante una manifestazione dei giovani laburisti sull’isola di Utoya.

Ad agosto del 2019 invece, Philip Manshaus ha sparato in una moschea vicino a Oslo, prima di essere fermato dai fedeli che gli hanno impedito di provocare gravi conseguenze. In precedenza aveva sparato per motivi razziali alla sua sorellastra adottiva di origine asiatica.

Attacco Norvegia - Foto di Twitter
Attacco Norvegia – Foto di Twitter

Una tragedia per tutti. Non ci sono parole per descriverla”, ha detto la sindaca si Kongsberg Kari Anne Sand. “L’unità di crisi è attiva e funzionante, cerchiamo di aiutare tutte le persone coinvolte”. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Meloni a Lamorgese: “Scontri no Green Pass consentiti dal governo, è strategia della tensione”

In tarda serata la premier uscente Erna Solberg ha spiegato che “la situazione è sotto controllo” e che “la polizia sta indagando per verificare se si tratti o meno di un atto terroristico. Sta indagando anche sul motivo per cui ciò è accaduto e sta mettendo a disposizione tutte le risorse necessarie”. Il primo ministro entrante Jonas Gahr Store è stato informato dell’episodio.

L’uomo che si è reso protagonista del folle gesto “ha compiuto atti orribili contro diverse persone. Ora è molto importante che la polizia faccia il suo lavoro”. Solberg si è detta “scioccata dell’accaduto” ed è “consapevole che molte persone hanno paura”.