Gabby Petito è stata strangolata: i dettagli sulla morte dell’influencer

Il decesso risalirebbe al giorno stesso della scomparsa. Ricercato il fidanzato della giovane che si è reso irreperibile.

L’influencer Gabby Petito è morta strangolata. L’esito dell’autopsia sul corpo della ventiduenne non lascia scampo alla verità. L’Fbi è sulle tracce di Brian Laundrie, il fidanzato, che si è reso irreperibile da quando i genitori della giovane ne hanno denunciato la scomparsa.

LEGGI ANCHE: Forza Nuova, Balboni (Fdi) a iNews24: “Una strategia della tensione per criminalizzare la destra”

Gabby Petito e Brian Laundrie avevano intrapreso un viaggio on the road per l’America. L’influencer è stata ritrovata morta nella National Forest di Wyoming, dopo circa quattro settimane. Il decesso risalirebbe al giorno stesso della scomparsa.

Gabby Petito e Brian Laundrie - Foto di Instagram
Gabby Petito e Brian Laundrie – Foto di Instagram

Brian Laundrie, 23 anni, è destinatario di un mandato di cattura per aver usato una carta di credito intestata a Gabby tra il 30 agosto e il primo settembre, giorni in cui la giovane era già stata uccisa. Si tratta di un’accusa minore, che permetterà di fermarlo per accertare il suo ruolo nella vicenda. Steve Bertolino, avvocato di Laundrie, ha cercato di minimizzare il ruolo del suo cliente, spiegando che “il mandato di arresto per Brian Laundrie è correlato ad attività avvenute dopo la morte di Gabby Petito e non legate alla sua effettiva scomparsa”.