WhatsApp, fate attenzione a questa nuova truffa: c’entra il Covid

Una nuova truffa sta girando su WhatsApp e stavolta c’entra il Covid. Andiamo a vedere come riconoscerla e come difendersi. 

WhatsApp
Nuova truffa sull’applicazione di messaggistica (via Screenshot)

Sono sempre tantissimi i pericoli su WhatsApp. Infatti l’applicazione nonostante sia la migliore per quanto concerne la messaggistica istantanea, spesso presenta anche delle insidie come alcuni contatti indesiderati pronti a truffare i più ingenui. Proprio in queste ultime settimane un’ultima truffa sta creando scompiglio tra gli utenti. Sfruttando la pandemia Covid-19, i malintenzionati sono pronti a diffondere fake news su vaccini e green pass.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Fortnite superato dalla concorrenza: il dato che preoccupa Epic Games

Ovviamente invitiamo sempre a controllare da chi arrivano questi messaggi insidiosi. Infatti spesso al loro interno potrebbe essere contenuto un link pronto a trafugare dati sensibili o ad attivare servizi a pagamento. Invitiamo quindi tutti ad eliminare senza alcun indugio questi messaggi sospetti, per non incappare in spiacevoli sorprese. Ricordiamo inoltre che per il Green Pass bisognerà seguire solamente le norme disposte dal Ministero della Salute e che non sarà possibile ottenere la certificazione con qualche scappatoia.

WhatsApp, novità per i messaggi vocali: cosa cambia

WhatsApp
La modifica ai messaggi vocali sull’applicazione (via Screenshot)

WhatsApp si sta preparando a rendere la sua applicazione ancor più appetibile sia per iOS che per Android. A svelare la novità ci ha pensato nuovamente il portale WABetaInfo, che ha svolto il teardown della più recente versione iOS di WhatsApp, scoprendo l’ultima interessante feature. Infatti a breve sarà possibile mettere in pausa la registrazione dei messaggi vocali nelle chat.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Iliad, tutto pronto per l’offerta di rete fissa: quando arriva in Italia

Inoltre su YouTube è apparso un video esplicativo sul come utilizzare la nuova funzione. Infatti il tool potrà tornare utile specialmente quando registriamo un audio in un ambiente rumoroso. Al momento, però, non conosciamo le tempistiche di finalizzazione dello sviluppo per poi arrivare alla distribuzione al pubblico. Inoltre rispetto agli altri aggiornamenti, la feature dovrebbe arrivare contemporaneamente per iOS e Android.