Alba Parietti, la perdita che ha sconvolto la sua vita: messaggio strappalacrime – FOTO

Una perdita che ha lasciato l’impronta nella vita di Alba Parietti che ne ricorda la triste dipartita il giorno dell’anniversario

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da Alba Parietti Officialpage (@albaparietti)

Ieri, domenica 10 ottobre, si è celebrato l’anniversario di morte di Giuseppe Lanza di Scalea. A 74 anni, l’anno scorso, si è spento il principe discendente di Ignazio e Franca Florio. Un dolore inestimabile quello causato ad Alba Parietti che era particolarmente legata a Lanza.

LEGGI ANCHE > > > Uomini e Donne, fan in ansia per Isabella Ricci: cosa sta succedendo

NON PERDERTI > > > GF Vip 6, perde un dente che finisce nel tiramisù: imbarazzo nella casa!

Attraverso un post strappalacrime su Instagram, Alba Parietti ha ben quantificato il dolore provato per la sua scomparsa, anche a distanza di un anno: “A Giuseppe, che un anno fa è andato via, per restare nel cuore, ti immagino veleggiare con la camicia azzurra e gli occhi nel mare mentre ridi a sentirmi raccontare storie”.

LEGGI ANCHE > > > Anticipazioni I Bastardi di Pizzofalcone: il matrimonio finisce in una pozza di sangue

Alba Parietti, struggente messaggio per Giuseppe Lanza

La madre di Francesco Oppini ha ben descritto il rapporto che aveva con l’uomo: “Sei stato l’amore, il complice, l’amico migliore che io possa immaginare, che mai mi hai messo in discussione in competizione, o a disagio. Che c’è stato nella gioia con leggerezza felice per me e nel dolore granitico e accudente per me per mio figlio”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Il Paradiso Delle Signore 6 anticipazioni: che sgarbo, dissapori in vista

Per concludere, in un secondo post dedicato all’uomo, la Parietti ha scritto: “Per tutti noi averti avuto nella nostra vita è stato un onore, un privilegio e una fortuna. Sei stato un amico, un padre un compagno, un uomo indimenticabile e meraviglioso. Bellissimo dentro e fuori, hai sempre volato altissimo mi hai insegnatoci vivere con leggerezza andando nel profondo”.