Antonio Conte torna in panchina, dopo la cessione del club arriva la proposta

Antonio Conte torna in panchina, dopo la cessione del club arriva la proposta che lo riporterà in un campionato amatissimo

Un altro club della Premier League cambia proprietà e passa ad un emiro. Ma la svolta è doppiamente importante perché potrebbe riportare subito in panchina Antonio Conte. Il primo passo sarà la cessione del Newcastle che presto avrà un nuovo padrone. Sono state completate infatti le pratiche per la cessione dall’attuale proprietario, Mike Ashley, ad un fondo saudita guidato dal principe Mohamed bin Salman.

Antonio Conte torna in panchina (Getty Images)

Un affare da 300 milioni di sterline (circa 360 milioni di euro), ma solo il primo passo per il rilancio di una società storica della Premier League. Il secondo, in base alle indiscrezioni della stampa britannica a cominciare dal ‘Chronicle’ e dal  ‘Daily Mail‘, sarà l’ingaggio di un nuovo allenatore al posto di Steve Bruce che non ha dato una svolta vera al gruppo.

Al momento il Newcastle viaggi con 4 sconfitte e tre pareggi nelle prime sette gare di campionato, che significano anche penultimo posto in classifica. La posizione del tecnico era già critica prima del cambio di proprietà e adesso tutti si aspettano che prima di fine mese arrivi la notizia dl nuovo allenatore

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, clamoroso retroscena: “Lui al posto di Ronaldo”

Antonio Conte torna in panchina, ma il suo nome non è l’unico secondo i bookmakers

I bookmakers inglesi non hanno dubbi. Il nome di Antonio Conte è uno di quelli con le quote più basse e i tifosi del Chelsea, sui ultima squadra in Premier vanno anche oltre. Il 30 ottobre infatti i campioni d’Europa giocheranno proprio con il Newcastle e si aspettano di vedere il loro ex tecnico come avversario.

Il Newcastle pensa ad Antonio Conte (Getty Images)

Il passaggio ufficiale di proprietà in effetti è attesa al massimo entro venerdì 8 ottobre e per i tifosi bianconeri sarà una liberazione. L’attuale proprietà è sopportata, con Bruce invece i rapporti stanno a zero anche se il nome di Conte non è l’unico sulla lista. Ci sono anche altre suggestioni importanti, come Roberto Martinez (attuale allenatore del Belgio) ma anche Frankie Lampard, esonerato lo scorso anno dal Chelsea e per ora disoccupato.