GF Vip 6, concorrente convocato all’improvviso per gravi problemi familiari

Il GF Vip 6 ha convocato all’improvviso un concorrente della trasmissione per spiegargli i gravi problemi familiari che riguardano un parente. Scopri tutti i dettagli sull’incredibile notizia.

Quinta puntata del GF Vip 6: i concorrenti siedono sul divano (foto Mediaset).
Quinta puntata del GF Vip 6: i concorrenti siedono sul divano (foto Mediaset).

Ci sarebbero notizie molto gravi riguardo dei delicati problemi familiari, che potrebbero essere trattati anche durante la sesta puntata del GF Vip 6. Le tre sorelle e principesse Hailé Selassié sono state convocate dagli autori del programma per delle importanti comunicazioni che riguardano il padre.

LEGGI ANCHE >>> GF Vip 6, rischio squalifica per l’amatissimo concorrente: le parole incriminate – VIDEO

NON PERDERTI >>> GF Vip 6, terremoto tra Manuel e Lulù: cos’è successo – VIDEO

Secondo la ricostruzione del settimanale Oggi, il padre delle tre principesse del GF Vip 6 non sarebbe il nipote dell’ultimo re di Etiopia. Il nome con cui si presentava, Berhan Makonnen Hailé Selassié, sarebbe dunque falso. Il suo vero nome sarebbe Giulio Bissiri, e sarebbe il figlio del giardiniere della famiglia reale etiope.

GF Vip 6: gravi problemi familiari per le tre principesse

Quinta puntata: le sorelle e principesse Hailé Selassié (foto Mediaset).
Quinta puntata: le sorelle e principesse Hailé Selassié (foto Mediaset).

I problemi familiari delle principesse Hailé Selassié non sono finiti qui: il loro padre, infatti, non è solo accusato di aver falsificato dei documenti spacciandosi per il discendente dell’ultimo imperatore di Etiopia. Attualmente si troverebbe in carcere in Svizzera, dopo essere stato estradato dal Lussemburgo, che lo aveva arrestato a giugno.

LEGGI ANCHE >>> Anticipazioni GF Vip 6, spunta il nome del secondo eliminato: che sorpresa

Giulio Bissiri sembrerebbe essersi reso protagonista di una truffa finanziaria da dieci milioni di franchi. Avrebbe convinto alcune persone ad investire soldi in bond tedeschi del 1922. Il padre di Clarissa, Lulù e Jessica Hailé Selassié rimarrà in carcere per i prossimi tre mesi come misura cautelare per evitare l’inquinamento delle prove.