Raffaella Carrà, confessione in diretta TV: “È stata l’unica a darmi conforto”

Raffaella Carrà è stata unica e inimitabile. Carismatica e capace di amare tutti grazie al cuore grande che possedeva.

Raffaella Carrà
L’ultimo grande omaggio all’artista (@Twitter)

Raffaella Carrà ha lasciato un vuoto incolmabile nel cuore dei telespettatori e nella televisione mondiale. La showgirl, conduttrice, ballerina e cantante era molto conosciuta anche al di fuori dei confini italiani come testimonia la dedica da Madrid: una piazza ha preso il nome della star italiana “per rendere visibile e valorizzare la memoria di questa donna, cantante, compositrice, presentatrice, ballerina, coreografa e icona di riferimento per tutti i madrileni, in particolare per la comunità LGTB+”.

Anche in Italia sono state lanciate diverse proposte per omaggiarla ma, secondo quanto riportato da CheTvFa, l’omaggio più sorprendente è Ballo Ballo di Nacho Álvarez, musical spagnolo interamente realizzato con le canzoni di Raffaella Carrà che andrà in onda sabato 4 settembre in prima serata su Rai1, preceduto da uno speciale TecheTecheTe intitolato “Raffaella, forte forte forte“.

Raffaella Carrà, confessione in diretta TV: “È stata l’unica a darmi conforto”

Asia Argento
(@Twitter)

Asia Argento, ospite di A ruota libera, ha ricordato Raffaella Carrà ed il suo rapporto con l’artista scomparsa che l’ha voluta fortemente come giudice nel programma Forte forte forte. Nella giornata di ieri Asia Argento ha ricordato pubblicamente Raffaella Carrà. “Che grande regalo della vita aver avuto a che fare con una donna così elevata, umanamente e spiritualmente. Ho i brividi a parlare di lei. Aveva una energia tale che quando entrava in una stanza si smuovevano le particelle. Era talmente forte. E mi fa strano dire ‘era’, perché sarà per sempre una stella brillante e vibrante, piena di creatività e generosità. Nel programma che facevamo voleva passare lo scettro a qualcuno capace di cantare, ballare e condurre. Di Raffaella, però, ce n’è una sola”.

“Lei è stata una delle poche persone che, quando scoppiò tutta la storia di Harvey Weinstein, mi scrisse parole di sostegno. Anzi, mi telefonò direttamente e mi disse ‘Che brutta persona che è, sii forte’. Fu tra le poche a chiamarmi quando scoppiò il caso Weinstein dicendomi che avrei potuto contare su di lei”.