Richiami alimentari, ritirato pesce per rischio microbiologico: attenzione!

Nuovi richiami alimentari annunciati dal Governo Italiano. Infatti ieri è spuntata una nota sul sito ministeriale riguardante un nuovo prodotto ritirato. 

Richiami alimentari
Nuovi prodotti ritirati dal mercato (via Pixabay)

Continua a monitorare i prodotti messi sul mercato il Governo Italiano, che tiene a tutelare la salute dei propri consumatori. Infatti sono sempre tanti i rischi per quanto riguarda i prodotti alimentari contaminati. I controlli su questi prodotti sono sempre tanti sia in Italia che negli altri paesi europei. Come specificato dal Ministero della salute sono tantissimi soprattutto i rischi chimici legati alla contaminazione dei cibi destinati alla vendita al dettaglio.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Trattativa Stato-mafia, Lezzi (Gruppo misto) a iNews24: “La trattativa c’è stata, ma per questa Corte non costituisce un reato”

Sul proprio sito il Ministero della Salute, gli operatori del settore (OSA) hanno l’obbligo di informare i propri clienti sulla non conformità riscontrata negli alimenti in vendita. Inoltre in caso di contaminazione o rischi sono obbligati a ritirare dalla vendita i lotti incriminati. Sempre l’Osa poi dovrà ritirare questi prodotti dal mercato, andiamo quindi a vedere qual è l’ultimo provvedimento preso dal Ministero della Salute italiano.

Richiami alimentari, ritirato lotto di vongole e lupini: l’avviso

Richiami alimentari, ritirato pesce per scadenza errata
Nuovo ritiro annunciato dal ministero della salute (Pixabay)

Il Ministero della Salute ha ritirato un lotto di ‘vongole e lupini‘, segnalando un rischio microbiologico. Sul proprio sito ufficiale il Ministero ha comunicato tutti i dettagli riguardanti il prodotto tolto dal commercio. Infatti si tratta del lotto di produzione numero: 17F7 con IT 513 CDM CE come marchio di identificazione dello stabilimento e del produttore. Mentre il nome del produttore è FINITTICA s.r.l.u.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Stato-mafia, Sabella ad iNews24: “La trattativa c’è stata, sentenza non sconfessa nulla”

Nella descrizione del prodotto troviamo come questo sia venduto in una confezione in rete da 3kg, suddivisibili in 0,5kg. Il motivo del richiamo è il livello di Escherichia non conforme. Per precauzione il Ministero della Salute raccomanda di non consumare i prodotti in questione. Inoltre sarà possibile restituire i prodotti al punto vendita da cui sono stati acquistati.