Nuovo decreto green pass: tutte le novità a partire dal 15 ottobre

Nel testo del decreto c'è un elenco delle professioni che dovranno esibire il green pass per poter lavorare.

Il nuovo decreto legge entrerà in vigore il 15 ottobre e rende obbligatorio il green pass su tutti i posti di lavoro pubblici e privati, pena la sospensione dal lavoro. “Tocchiamo tutto il mondo del lavoro, privato, dipendente e autonomo – ha spiegato il ministro della Funzione Pubblica Renato Brunetta in conferenza stampa – un insieme di 23 milioni di lavoratori, tutto il capitale umano del Paese, che in gran parte è già dotato“.

LEGGI ANCHE: Green pass obbligatorio, la denuncia delle badanti a iNews24: “Senza permesso di soggiorno perderemo il lavoro”

La sospensione dal lavoro scatterà subito nel caso dei lavoratori del settore privato, “al fine di tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori e, in ogni caso, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro“. Per tutto il periodo della sospensione non sono previsti “retribuzione né altro compenso o emolumento“. Nel caso dei dipendenti pubblici invece, la sospensione è prevista dopo cinque giorni.

Il Green Pass (foto Shutterstock).
Il Green Pass (foto Shutterstock).

Nel testo del decreto c’è un elenco delle professioni che dovranno esibire il green pass per poter lavorare. Gli addetti al controllo sia dei dipendenti che dei lavoratori esterni sono i datori di lavoro. Nel testo si legge infatti che questi ultimi “sono tenuti a verificare il rispetto delle prescrizioni“.

La validità dei tamponi molecolari sarà di 72 ore, su richiesta degli Enti locali, ad un prezzo calmierato. Gli antigenici invece, valgono 48 ore e saranno gratuiti solo per gli esenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Depuratori, situazione critica in Sicilia. Vignaroli (Ecomafie): “Percolato gettato in mare a Palermo”

Il green pass non è richiesto ai lavoratori in smart working, ma chi non ce l’ha non è automaticamente in diritto di lavorare da casa. Questo punto verrà chiarito entro il 15 ottobre.