Bambini sottratti ai genitori per alienazione parentale, sit-in delle mamme in tribunale: “Giù le mani dai nostri figli”

Stop a legge 54 e a prelievi coatti dei minori, sit-in contro violenza istituzionale, queste le richieste del comitato

Da tre mesi segregate dentro casa per paura che venga attuato il decreto di allontanamento emesso ingiustamente dal Tribunale dei minori; bambini portati via di peso dagli agenti e affidati spesso a case famiglia o a padri violenti: questa è la storia di Simonetta, di Laura, di Giada e di tutte le mamme che oggi pomeriggio si sono riunite in Piazza Benedetto Cairoli a Roma, a due passi dal Ministero della Giustizia, per un presidio organizzato dal comitato ‘Madri unite contro la violenza istituzionale’.

mamme alienazione parentale“Noi siamo qui perché non sappiamo più come difenderci. Sono anni che cerchiamo di far capire che c’è un sistema che massacra e tortura noi mamme, ma soprattutto i nostri figli. Con o senza la denuncia ci vengono tolti i nostri bambini con le accuse più assurde. ‘la madre è simbiotica’, ‘alienazione parentale’”, denunciano le mamme, che mettono sotto accusa l’intero sistema del tribunale dei minori in materia di affido, basato sulle perizie psicologiche delle c.t.u..

‘Mi avete strappato il cuore, non è vita senza mio figlio’, ‘Tornino dalle mamme i bambini rapiti’, ‘Giù le mani dai bambini’: si legge su alcuni cartelli portati in piazza per chiedere l’abolizione della legge 54 e lo stop ai prelievi coatti dei minori.

Articolo a cura di Teresa Ciliberto