Alex Zanardi, 20 anni fa l’incidente negli USA: come sta oggi

0

Alex Zanardi, 20 anni fa l’incidente negli USA: come sta oggi. Il campione paralimpico perse le gambe dopo un terribile scontro nella Formula Cart

Zanardi
Alex Zanardi (Foto: Getty)

La sua vita è cambiata quel maledetto 15 settembre del 2001. Alex Zanardi stava disputando una gara di Formula Cart, sul circuito tedesco del Lausitzring, quando a 13 giri dal termine la monoposto di Tagliani centrò quella del pilota bolognese, tranciandola letteralmente in due. Quel rientro in pista dopo aver perso il controllo sull’ovale, innescò una carambola terribile da rivedere anche in televisione, figuriamoci a viverla dall’interno. La corsa in ospedale e le molteplici operazioni per salvargli la vita. Dopo circa tre mesi Alex era di nuovo in piedi, grazie all’uso di avveniristiche protesi. Da lì ha saputo trovare la forza per ricominciare e ripartire più forte di prima. Un vero esempio per tutto il mondo, scosso in quel periodo dall’attentato dell’11 settembre, con un messaggio chiaro di non mollare.

LEGGI ANCHE >>> Alex Zanardi, arriva la notizia tanto attesa: fan entusiasti!

LEGGI ANCHE >>> Infortunio Ibrahimovic, che mazzata per il Milan: le sue condizioni

Alex Zanardi, 20 anni fa l’incidente negli USA: ora combatte un’altra battaglia

Alex Zanardi
Alex Zanardi (Foto: Getty)

Dopo aver provato a guidare ancora in diverse categorie (ad esempio DTM con la BMW), l’ex pilota della Williams decise di dedicarsi ad un altro sport. Come al solito fece le cose in grande, arrivando a vincere ben 6 medaglie paralimpiche sulla handbike, la sua seconda grande passione. Un vero fenomeno anche sulle tre ruote, tanto da collezionare anche 12 titoli mondiali. Partecipa all’Iron Man, una prova di resistenza per triatleti davvero unica e non si dà mai per vinto. Lo si vede anche in televisione nel ruolo di conduttore del programma di Rai Sport ‘Sfide‘, con una naturalezza davvero incredibile.

Poi quel maledetto 19 giugno 2020 un altro terribile incidente l’ha messo fuori gioco. Mentre si trovata in Val d’Orcia, nella provincia senese, per la staffetta “Obiettivo 3“, ha perso il controllo della handbike finendo sotto le ruote di un tir. Purtroppo la ripresa in questa circostanza è stata più dura, con danni cerebrali che lo costringono ancora oggi ad una difficilissima riabilitazione.

I tifosi lo aspettano e non dimenticano. Alex è e sarà sempre un esempio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui