Primo giorno di scuola, la piattaforma web funziona. Bianchi: “900mila verifiche in un’ora”

Ma gli studenti sono preoccupati. Da un sondaggio di Scuola Zoo emerge che temono un ritorno alla Dad.

0

Oggi, lunedì 13 settembre, sono tornati in classe circa quattro milioni di studenti di dieci Regioni italiane. Il bilancio sembra positivo e la piattaforma per controllare il green pass al personale ha funzionato senza grossi problemi.

LEGGI ANCHE: Vaccino Covid, dieci milioni di italiani non hanno ancora ricevuto la prima dose

È stata attiva a partire dalle 7 “e ci sono state oltre 900mila verifiche in un’ora – ha spiegato il ministro Patrizio BianchiSe considerate che non tutto il Paese è partire, ma solo 4500 scuole su 8mila, pensate che risultato straordinario che è. Tutto ieri l’abbiamo provata l’ultima volta. Funziona. Me la stanno domandando in giro per l’Europa”.
La piattaforma web non era ancora pronta venerdì e questo aveva creato preoccupazione in molti presidi italiani. “Ha funzionato tutto bene”, ha ammesso Mario Rusconi, presidente dell’Anp di Roma.

Scuola, Bianchi: moltiplicati investimenti sulla scuola
Patrizio Bianchi, ministro dell’Istruzione (YouTube screenshot)

Il ministro Bianchi ha inviato una lettera a tutte le scuole: “Siamo tornati in classe, è una gioia vedere le classi piene di ragazzi. Riparte una scuola che deve non solo riaprire – in molte regioni è stata aperta lo scorso anno – ma anche ripensarsi, deve tornare a essere il contro della nostra comunità ed essere conscia di se stessa. Il compito della scuola quest’anno è farci sentire Paese”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Funivia Mottarone, Eitan rapito in Israele dal nonno. L’allarme lanciato dalla zia affidataria

A Bari le scuole riapriranno il 20 settembre ma già ora in qualche Istituto ci sono gli ingressi scaglionati alle 8 per il 75% degli alunni e alle 9.40 per il restante 25%. I sindacati hanno convocato un presidio per il 17.
A Chiavasso, in provincia di Torino, a Piacenza in alcuni casi le lezioni non sono cominciate a causa dello sciopero del personale Ata.

Chiusura scuole per varianti
Archivio – Foto di Getty Images

Dal canto loro gli studenti non sono molto fiduciosi su quest’anno scolastico. Da un sondaggio di ScuolaZoo condotto su 22mila ragazzi tra i 14 e i 19 anni, emerge infatti che il 79% di loro crede che si tornerà alla didattica a distanza in tre mesi. Il 53% invece, è contro questo modello scolastico. Tra gli altri dubbi ci sono l’utilizzo della mascherina, il distanziamento e cosa fare se ci sono casi di positivi al Sars-CoV-2 in classe. Un altro punto interrogativo invece, riguarda i trasporti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui