Green Pass, oggi in Cdm le nuove categorie di lavoratori a cui sarà esteso l’obbligo

Dopo la mediazione del presidente Draghi con il leader leghista Salvini, si attende già nella giornata di oggi l'approvazione del decreto urgente contenente le misure per fronteggiare l'emergenza Covid e sancire l'obbligo di green pass per nuove categorie di lavoratori

0

Il Green Pass (foto Shutterstock).

Nella giornata di oggi è stato convocato il Consiglio dei ministri con all’ordine del giorno l’estensione dell’obbligo di green pass. Il provvedimento non dovrebbe riguardare i lavoratori statali e privati che lavorano a contatto con il pubblico, ma solo i dipendenti di aziende del settore sanitario e delle mense.

LEGGI ANCHE >>> Green pass, De Luca (PD) a iNews24: “Così la linea politica della Lega è ostile all’agenda Draghi”

NON PERDERTI >>> Green pass, la Lega ritira gli emendamenti ma vota quelli di Fdi. L’estensione del lasciapassare mette ora in crisi il governo

Il Corriere della Sera ipotizza che l’intenzione del primo ministro Mario Draghi potrebbe essere quella di ampliare gradualmente la platea dell’obbligatorietà del green pass. L’obiettivo di chiudere l’intesa per estenderlo a tutte le aziende private e della Pubblica Amministrazione senza arrivare ad imporre l’obbligo vaccinale viene rimandata alla prossima settimana dopo l’ostruzionismo della Lega alla Camera.

Green Pass, Salvini mediatore per la “linea morbida”

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi (foto Getty Images).
Il Presidente del Consiglio Mario Draghi (foto Getty Images).

Il leader della Lega, Matteo Salvini, può rivendicare due vittorie. Dopo aver ritirato tutti gli emendamenti al testo di conversione in legge del decreto del 6 agosto evitando che il governo ponesse la questione di fiducia, ha fatto votare al suo partito quelli posti da Fratelli d’Italia (che non sono passati).

LEGGI ANCHE >>> Green pass a scuola: come funzionerà la piattaforma web per il controllo del personale

Salvini assicura che dall’incontro avuto con Draghi al Salone del Mobile di Milano non sia arrivata nessuna intenzione di imporre l’obbligo vaccinale a tutti. Allo stesso tempo, il leader della Lega rivendica lo stanziamento di 50 milioni di euro per i tamponi gratuiti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui