Brasile-Argentina, arrivano le sanzioni: la decisione della Fifa

0

Brasile-Argentina, arrivano le sanzioni: la decisione della Fifa. L’organizzazione mondiale del calcio si esprimerà nelle prossime ore

Brasile-Argentina
Brasile-Argentina sospesa (foto: Getty)

Da una semplice partita di qualificazione ai Mondiali di Qatar 2022 si è trasformata in una farsa internazionale. Brasile-Argentina è finita sulle prime pagine di tutti i quotidiani mondiali non per le gesta in campo di Neymar e Messi ma per le regole infrante in tema di Covid. Nonostante la categoria dei calciatori sia tra le più controllate in assoluto, le autorità sanitarie brasiliane presenti a San Paolo, non hanno voluto sentire storie. Dopo l’irruzione in campo la partita è stata sospesa e non c’è stato verso di mediare. L’oggetto del contendere è la presenza sul terreno di gioco di quattro calciatori dell’Albiceleste provenienti dalla Premier League. In Brasile tutti coloro che provengono dal Regno Unito devono rispettare una quarantena di 14 giorni all’ingresso (cosa che non accade per l’Europa). Questo processo non è stato osservato nella fattispecie da Lo Celso, Romero, Buendia e Martinez, tutti tesserati per club inglesi.

Dopo 7 minuti di sospensione momentanea la gara è stata interrotta definitivamente, tra l’incredulità dei protagonisti in campo. I 4 calciatori “incriminati” sono rimasti nello spogliatoio, mentre i ‘Verdeoro’ si sono improvvisati in un allenamento per allietare il pubblico (ridotto) presente.

LEGGI ANCHE >>> Antonio Conte, pronto il ritorno in panchina: ha già firmato un pre-accordo!

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, grosso ostacolo per il rinnovo di Dybala: salta tutto?

Brasile-Argentina, arrivano le sanzioni: rischiano i ‘Verdeoro’

Brasile-Argentina
Brasile-Argentina (Foto: Getty)

Per sapere quando verrà disputato il match bisognerà attendere le prossime ore e al momento le ipotesi al vaglio sono due.

O si procede alla riprogrammazione della partita o si dà la vittoria a tavolino all’Argentina. Il Brasile rischia anche sanzioni aggiuntive come la squalifica del campo. La nazionale di Scaloni non rischierebbe nulla dal punto di vista sportivo perché la scelta di lasciare il terreno di gioco è arrivata su richiesta del direttore di gara, diverso il discorso dal punto di vista legale.

Per quanto riguarda i giocatori provenienti dalla Premier inglese, non saranno indagati in prima persona e al momento hanno già lasciato il Brasile per tornare in Argentina, secondo quanto comunicato dalla stampa sudamericana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui