Bonus doccia e rubinetti, partono le domande: cosa fare per ottenerlo

0

Bonus doccia e rubinetti, partono le domande: finalmente il governo ha sbloccato i fondi dedicati, cosa bisogna fare per ottenerlo

In ritardo di circa sei mesi rispetto ai programmi, ma finalmente sta per partire. Parliamo del bonus doccia e rubinetti, o meglio come lo definisce il governo del bonus idrico, una forma di sostegno ideata per favorire il risparmio di acqua ed evitare gli sprechi nelle case degli italiani.

(Pixabay)

Un rimborso diverso dal bonus acqua potabile e da non confondere con questo. Qui infatti parliamo in specifico della sostituzione dei rubinetti, dei sanitari o degli impianti per le docce. Secondo il ‘Corriere della Sera’, sarebbe quasi pronto il decreto attuativo dopo la sua introduzione con la legge di Bilancio 2021.

Le risorse stanziate  ammontano a 20 milioni di euro per il 2021 e il bonus potrà essere richiesto una sola volta, per un solo immobile. Ne possono beneficiare maggiorenni residenti in Italia, che siano titolari del diritto di proprietà o di altro diritto reale su edifici esistenti, oppure di diritti personali di godimento su parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus affitti 2021: come funziona, quanto vale e chi può richiederlo

Bonus doccia e rubinetti, partono le domande: ecco i lavori che sono coperti

Cosa serve per avere diritto al bonus idrico? Dimostrare di aver eseguito interventi per la sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di apparecchi di rubinetteria sanitaria. Oppure soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua,.

Il bonus riguarda quindi la fornitura e la posa in opera di vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico. Ma anche la fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, così come di soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto.

Muore folgorata vasca da bagno
(da Pixabay)

Questo bonus copre fino a un massimo di 1.000 euro per ciascun beneficiario e i lavori devono essere stati effettuati tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021. Per ottenerlo so dovrà presentare richiesta sulla piattaforma dedicata, accessibile dopo la autenticazione sul sito del ministero della Transizione Ecologica. L’accesso avverrà solo tramite Spid o Carta d’identità elettronica. Inoltre si dovrà allegare alla domanda una copia della fattura o della documentazione commerciale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui