Uomini e Donne, la nuova tronista: “Avvertivo un malessere. Una cosa che mi ha segnata”

0

La nuova tronista del trono Classico di Uomini e Donne ha raccontato un po’ di sé e svelato retroscena molto tristi

Uomini e Donne
Andrea Nicole (@Instagram)

Andrea Nicole è la prima tronista transessuale del dating show più famoso d’Italia, Uomini e Donne. Come al solito, Maria De Filippi è un passo avanti a tutti nel Bel Paese: dopo aver portato il Trono Gay, quest’anno ha proposto un ulteriore passo verso l’emancipazione e la rimozione di inutili tabù con l’introduzione della nuova tronista.

LEGGI ANCHE > > > Amici, l’ex vincitrice alza la voce: “Non è sfortuna, ma indifferenza e cattiveria”

NON PERDERTI > > > Awed, com’è cambiato negli anni: la foto spiazza tutti

È proprio Andrea Nicole ad essere stata raggiunta dai colleghi di FanPage.it cui ha raccontato il suo percorso di transizione ed il motivo che l’ha spinta a partecipare al programma di Maria De Filippi. Non resterà ancora molto da attendere ai telespettatori di Uomini e Donne, le registrazioni sono già iniziate e la messa in onda è prevista a breve.

LEGGI ANCHE > > > Cecilia Rodriguez a Venezia: “Qui sono tutti matti”. Cos’è successo – VIDEO

Uomini e Donne, Andrea Nicole si racconta

Uomini e Donne
Andrea Nicole (@Instagram)

A FanPage.it, la nuova tronista di Uomini e Donne, Andrea Nicole ha raccontato del suo ingresso al programma: “Ho mandato la mia candidatura online. Sono stata ricontattata e poi da lì ho iniziato i provini come chiunque altro. Il nostro incontro (con Maria De Filippi, ndr) è andato molto bene. Non me lo aspettavo, perché non mi era stato detto che l’avrei vista. È stata una chiacchierata serena e confidenziale. Non c’era quel distacco, come tra persone che non si conoscono. Era curiosa di conoscere me e la mia storia. L’ho apprezzata perché mi ha messo subito a mio agio e nella condizione di potermi raccontare tranquillamente”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Martina Miliddi, l’ex allieva di Amici al pronto soccorso: le sue condizioni – VIDEO

Sul suo percorso, invece, ha spiegato: “Sin dall’infanzia ho avuto coscienza di essere una bambina. Quando sono riuscita a dare un nome a quello che mi stava succedendo, a quel malessere che avvertivo, ero tra la fine delle medie e l’inizio delle superiori. A 15 anni ne ho parlato con i miei genitori. E quando ho cominciato il processo di transizione ne avevo 18”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui