Elisabetta Canalis, la dichiarazione choc sul passato: “Sono stati aggressivi”

0

Elisabetta Canalis si appresta ad iniziare la sua nuova avventura televisiva, ma non dimentica il suo passato e cosa hanno fatto i paparazzi. Ecco cosa le è successo quando ancora abitava a Milano.

Vacanze in Sardegna per Elisabetta Canalis (foto Instagram).
Vacanze in Sardegna anche per Elisabetta Canalis (foto Instagram).

Il primo settembre Elisabetta Canalis farà il suo ritorno in televisione come co-conduttrice del programma “Vite da copertina” insieme al giornalista Santo Pirrotta su Tv8. Con l’occasione, l’ex Velina si è concessa ad un’intervista per Vanity Fair, dove ha anche ripercorso il suo passato.

LEGGI ANCHE >>> Elisabetta Canalis, confessione inaspettata: c’entra Silvia Toffanin

NON PERDERTI >>> Elisabetta Canalis, annunciato a sorpresa il ritorno in TV: fan entusiasti

Ely ha ammesso di non sapere chi saranno le nuove Veline di Striscia la Notizia, anche se gli fa gli auguri per la nuova avventura. Si dimostra invece molto curiosa per l’arrivo di Vanessa Incontrada come co-presentatrice del programma satirico: “Ammiro molto la sua carriera, come se l’è costruita. Vorrei vederla“.

Elisabetta Canalis ed il duro rapporto coi paparazzi

Tanti auguri: Elisabetta Canalis festeggia il compleanno del marito (foto Instagram).
Tanti auguri: Elisabetta Canalis festeggia il compleanno del marito insieme alla figlia (foto Instagram).

Ora Elisabetta Canalis è del tutto concentrata sulla sua nuova avventura, e racconta che cercherà di portare nel suo programma Tv anche l’improvvisazione ed un po’ di talk show: “Sarà il mio contributo personale“. Poi, ripercorre quanto le succedeva negli anni in cui abitava ancora a Milano.

LEGGI ANCHE >>> Elisabetta Canalis, così è troppo: la Foto in intimo spacca il web!

La showgirl spiega che non amava tanto stare in casa, ed era sempre in giro fuori la sera. Questo finì per fornire molto materiale fotografico ai paparazzi: “Sono stati un po’ aggressivi con me“. Dall’altra parte, Elisabetta è convinta che, con il declino dei prodotti in carta stampata, si indebolirà anche la figura del fotografo. Sarà vero?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui