Aggredito da un no-vax, Matteo Bassetti sui social: “Ho sentito tanta solidarietà”

Il direttore del San Martino di Genova ringrazia chi gli è stato accanto dopo l'aggressione subita. Intanto è escalation di violenza dei no-vax.

0

Una giornata come tante altre qui in reparto al San Martino con il mio dream-team e i miei pazienti. Oggi però è una giornata diversa, perché ho sentito tanta solidarietà per l’attacco ricevuto domenica sera da parte di moltissime persone: dai politici (di quasi tutti i colori politici) ai colleghi, agli amici, alla gente comune”. Il virologo Matteo Bassetti affida a Facebook il suo personale ringraziamento per la solidarietà che gli è stata dimostrata dopo essere stato aggredito sotto casa. “Migliaia di messaggi che mi hanno fatto sentire più forte e meno solo. Continuerò a lottare per la scienza e per la Medicina e contro l’oscurantismo di alcuni. Grazie a tutti”.

Bassetti domenica sera è stato inseguito e ripreso col telefonino da un uomo di 46 anni che gli ha urlato: “Ci ucciderete tutti con questi vaccini e ve la faremo pagare”. Il direttore del San Martino di Genova ha prontamente chiamato la polizia, che ha denunciato l’aggressore per minacce gravi.

LEGGI ANCHE: Meteo, arriva la perturbazione atlantica: tirate fuori gli ombrelli

Escalation di violenza dei no-vax. Chi è l’aggressore del giornalista Giovannetti

In queste ultime settimane si assiste a una vera e propria escalation di violenza da parte dei no-vax e di chi è contro il green pass. L’ultimo episodio si è verificato proprio ieri, lunedì 30 agosto, nei confronti di Francesco Giovannetti, videogiornalista del quotidiano La Repubblica, minacciato e preso a pugni durante la manifestazione di insegnanti e personale ATA contro l’obbligo del green pass a Roma. L’uomo, poi identificato, è un collaboratore scolastico precario di 57 anni, che è stato denunciato per minacce aggravate.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Napoli in piazza per l’Afghanistan: “Corridoi umanitari subito. Nessun dialogo coi talebani”

Anche Antonella Alba, giornalista di Rainews24, è stata aggredita sabato nella piazza di Forza Nuova da un gruppo di manifestanti contro il green pass: “Per loro sono una “giornalista terrorista” mentre io cercavo solo di tornare a casa mia e fare qualche domanda, e invece hanno bloccato il traffico per ore. Grazie alle forze dall’ordine sono ancora tutta intera”, ha scritto Alba su Twitter, dove ha pubblicato anche alcuni video della protesta.

Questo è in parte quello che ho cercato di documentare ieri sera col mio telefonino in mezzo alla manifestazione #NoGreenPass a Roma, prima che mi fosse tolto dalle mani e che fossi minacciata e ferita. Vogliono #libertà ma ho trovato solo molta rabbia e troppa violenza. #novax”, ha scritto la giornalista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui