Napoli in piazza per l’Afghanistan: “Corridoi umanitari subito. Nessun dialogo coi talebani”

0

Corridoi umanitari per gli afghani in fuga dal regime talebano e un osservatorio permanente sui diritti umani. Queste le richieste dei partecipanti al sit-in andato in scena il pomeriggio del 30 agosto, a Napoli, sotto il palazzo della Prefettura in piazza Plebiscito. Numerosi in manifestanti accorsi a mostrare la loro solidarietà per il popolo afghano, compresa la candidata sindaca Alessandra Clemente e la consigliera della Città Metropolitana Elena Coccia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, in piazza per le donne afghane: “Salviamole da questo nuovo medioevo”

Uno dei manifesti presenti al sit-in (iNews24.it)

Tra i partecipanti al sit-in anche un cittadino afghano, dal 2009 in Italia, che ai microfoni di iNews24 ha raccontato come nel suo Paese siano rimasti tutti i suoi familiari: “Ora non possono venire qui, perché l’aeroporto è bloccato. La responsabilità di tutto questo? Di Biden e dei Paesi che hanno lasciato l’Afghanistan al suo destino dopo vent’anni.” La candidata sindaca Alessandra Clemente, ai nostri microfoni, chiude a una possibilità di dialogo con i talebani, così come paventato da alcune parti politiche: “Non potranno esserci sconti nei confronti di quei governi che mettono in pericolo i diritti umani.”

LEGGI ANCHE >>> Attentato all’aeroporto di Kabul, oltre 100 morti. Rivendicazione dell’issi

Dello stesso parere Elena Coccia: “Sono totalmente contraria alla possibilità di un dialogo. Significherebbe lasciare ancora più soli coloro che non sono fuggiti e che sono rimasti per manifestare e opporsi. Significherebbe favorire i signori della guerra e i signori dell’oppio che si sono ingrassati in questi anni col narcotraffico.” Al sit-in hanno partecipato anche le associazioni lgbtq+ e artisti. Il musicista Marcello Colasurdo ha messo in scena una breve litania in musica per mostrare solidarietà con le tradizioni del popolo afghano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui