Denise Pipitone, la verità di mamma Piera: “Rapita da chi la conosceva”

0

Denise Pipitone, la verità di mamma Piera a quasi 17 anni dalla scomparsa della bambina da Mazara del Vallo: “Rapita da chi la conosceva”

La mamma di Denise Pipitone, Piera Maggio (foto Rai).
La mamma di Denise Pipitone, Piera Maggio (foto Rai)

Da quasi 17 anni Piera Maggio combatte per conoscere la verità, qualunque sia. lo fa da quando la piccola Denise Pipitone è sparita nel nulla a Mazara del Vallo, perché come madre è un dolore che si porta dentro ma è anche inconcepibile che nessuno abbia trovato una risposta.

E ancora una volta, ospite insieme al suo legale agli ‘Incontri del Principe’ (presso il Grand Hotel Principe di Piemonte di Viareggio) ha raccontato la sua angoscia. Piera Maggio, collegata da casa perché bloccata da gravi problemi familiari, ha ribadito che il rapitore di sua figlia deve essere qualcuno della zona. Impossibile pensare ad una persona arrivata da fuori, quello è sembrato chiaro fin da subito.

Denise Pipitone, nuovi rinvii a giudizio
Denise Pipitone, scomparsa il primo settembre 2004 a Mazara del Vallo (foto ©Rai)

“La percezione è stata che chi avesse rapito Denise la conoscesse, che la volesse per una motivazione precisa. Avere una figlia strappata così violentemente dall’affetto è una cosa che non auguro nessuno”. Per questo lei continua a chiedere verità e giustizia e confessa di non aver mai perso la speranza di riabbracciarla.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Denise Pipitone, l’appello di Piera Maggio: “Via quelle immagini”

Denise Pipitone, la verità di mamma Piera e dell’avvocato Frazzitta: perché nessuno parla?

Ma a fare la differenza in negativo fino ad oggi, secondo lei, è stata anche la macchina della giustizia, lenta e senza nessuna risposta concreta. Un punto sottolineato anche dall’avvocato Giacomo Frazzitta che la segue da tempo. “Dal 2017, anno della la sentenza con assoluzione piena di Jessica Pulizzi per reato di sequestro di minorenne, non ci siamo mai fermati. Ma c’è forte omertà dietro questa storia”.

Denise Pipitone
L’avvocato Giacomo Frazzitta (@Twitter)

L’avocato ha ribadito che anche i criminali peggiori faticano a toccare i bambini, quello è un crimine gravissimo pure per loro. Eppure un questi anni nessuno ha voluto parlare, esporsi, dare anche solo una minima traccia. E tutto questo anche ad un avvocato esperto come lui sembra inspiegabile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui