Covid, studio rivela: “Finale di Euro 2020 evento super-diffusore”

0

Secondo uno studio, la finale di Euro 2020 giocata a Wembley è stata un super-diffusore del Covid. I numeri

covid euro 2020
Covid, secondo uno studio la finale di Euro 2020 è stato un evento super-diffusore del virus (Getty Images)

Ormai un mese e mezzo fa, allo stadio Wembley di Londra si è giocata la finale di Euro 2020 tra Italia e Inghilterra. Un evento aperto quasi interamente al pubblico, che ha fatto riassaporare l’atmosfera delle grandi occasioni dopo un anno di match a porte chiuse.

Secondo uno studio, però, la partita in questione ha portato ad un importante aumento dei casi. Lo scrive il Times, che ha ripreso i dati elaborati dal Public Health England.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Meteo, nuova ondata di temporali in arrivo: primi segnali di cambiamento

Covid, finale di Euro 2020 super-diffusiore: tutti i dati

Royal Family
Tutti i numeri riportati sul Times (Foto: Getty)

Circa 2.300 persone positive al Covid presenti a Wembley, 3.404 tifosi risultati positivi nei giorni successivi: la finale di Euro 2020 tra Italia e Inghilterra è stata un evento super-diffusore del virus. Lo ha rivelato uno studio portato avanti dal Public Health England, con i dati poi ripresi dal Times.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Covid, Mattarella: “Più fragili di quanto credevamo, vaccinarsi è un dovere”

Il match è stato disputato a capienza quasi totale, portando inevitabilmente ad un nuovo importante aumento dei casi anche e soprattutto a causa della variante Delta. La UEFA ha deciso di procedere come da programma nonostante i casi stessero già aumentando in maniera importante su tutto il territorio britannico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui